Film: trame e trailer

Avatar

Vota il film: 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
( Il voto dei nostri lettori: 4,49 )
Titolo Originale:Avatar
Genere:Fantascienza
Sceneggiatura:James Cameron
Anno:2009
Regia:James Cameron
Distribuzione:Fox Italia
Interpreti:Sam Worthington, Sigourney Weaver, Michelle Rodriguez, Zoe Saldana, Giovanni Ribisi
Durata:166'
Sito Ufficiale:www.avatarmovie.com/
Data uscita:15/01/2010

Avatar: la trama

Nel 22esimo secolo Jake Sully (Sam Worthington) viene inviato sul pianeta Pandora, abitato da una razza umanoide chiamata Na’Vi. Essendo costretto a vivere sulla sedia a rotelle, all’ex-marine Sully viene offerta l’occasione di addormentarsi e di risvegliarsi in un essere chiamato Avatar, creato mescolando il Dna umano con quello della popolazione Na’Vi. Il suo compito è quello di andare sul pianeta Pandora per sfruttare le preziose risorse naturali. Ma la pace non dura per sempre e quando Jake rimane coinvolto in una guerra spietata tra gli umani e il clan dei Na’Vi, lui dovrà scegliere da che parte stare.

Avatar: il trailer

Immacolata scrive:

Avatar è veramente un kolossal della cinematografia mondiale. E’veramente spettacolare e fantascientifico per essere stato girato in 3D. Penso che lo ricorderemo in parecchi a cui è piaciuto.

andu97 scrive:

avatar e il film del secolo , il capolavoro assoluto capace di mescolare emozioni , trama e effetti speciali ………… grazie grazie grazie …. solo questo possiamo dire a james cameron , colui che e riuscito a creare questa opera e a farci emozionare anche solo vedendo il trailer . meritati tutti i tre oscar ( anche se io glieli avrei dati tutti ) , i 2 golden globes , il nastro d argento , gli 11 saturn award , i premi bafta e lo ioma . conplimenti infine alla vostra rivista e al vostro sito

veeto scrive:

Autentico Capolavoro.

fride68 scrive:

Forse sara` anche vero, ma a me e` piaciuto molto.In una realta` in cui ogni giorno e` presente morte e distruzione – basta accendere il televisore e seguire un tg per rendersene conto – avevo bisogno di un film come Avatar.Forse sara` anche vero che la morale e` sempre quella, ma vista la scarsa capacita` dei nostri figli a capire l`importanza di certi valori, ben venga chi ce li ripropone ancora una volta…Chissa` che dai oggi e dai domani, qualche cosa alla fine rimanga nelle coscienze della gente.

agatha scrive:

Ricetta per il blockbuster-riempisale anni 2000

Prendete un paio di chili di effetti speciali e 3D, un pizzico di capsula spaziale a la “Star Trek – Spazio profondo”, una manciata di militari d’assalto tipo “Starship troopers”, un cucchiaio bello pieno di invasore-cattivo-che-si-innamora-di-aliena-buona-e-che-diventa-paladino-del-popolo-oppresso-che-vive-in-simbiosi-con-la-natura del tipo “Pocahontas”, “Balla coi lupi”, “Il pianeta delle scimmie” – tanto per citare i più noti – , una bella chilata di creature fantastiche e spaventose come in “Guerre Stellari” (tutti e sei i capitoli), “Men in Black”, “King Kong”, “La storia infinita”, “Dune” e “Alien”, un pizzico di pterodattili volanti da “Jurassic Park” e “Ice Age 3”, una manciata di foresta-incontaminata-minacciata-dall’uomo-moderno alla Tarzan, un 500gr di etnia in pericolo come in tutti film western con gli indiani, una bella tazzina di uomini blu che vivono nei boschi alla foggia dei Puffi di Peyo, un bel mazzo di cattivoni robotizzati stile “Transformers”, una pioggia di elicotteri alla carica e un po’ di foresta-in-fiamme-devastata-dal-napalm a la “Apocalipse Now”, una spruzzata di Sigourney Weaver versione spaziale e una punta di trasmigrazione spirito-corpo sciamanica come in “Star Trek – L’inversione di rotta” e “Star Trek III – Alla ricerca di Spok. Aggiungetevi un po’ di chilometri di neon luminoso e di filosofia new age e mettete tutto in un mixer marca Cameron, aggiungetegli a filo una bella dose di ecologismo spicciolo da foresta amazzonica in pericolo ed indios in estinzione, qualche goccia di “politically-correctism” e amalgamate bene il tutto. Mettete l’impasto così ottenuto in una teglia e cuocete in forno caldo a 200° per il tempo necessario per un battage pubblicitario martellante e che non bada a spese. Estraete dal forno, lasciate raffreddare e guarnite con un titolo accattivante che strizza l’occhio alle new technologies e al mondo del web e il gioco è fatto. Avete un piatto perfetto per attirare torme di spettatori paganti nelle sale cinematografiche e fare suonare come registratori di cassa i gestori dei cinema, i produttori e il regista. Il successo né assicurato, parola di James Cameron.

Il film “AVATAR” (id, USA 2009) è esattamente questo. Nulla di nuovo sotto il sole – o meglio nel buio delle sale – , anzi tutto già visto e rivisto migliaia di volte. Un film dove i cattivi sono cattivi ed i buoni buoni, prigionieri entrambi della propria bidimensionalità, dove la favola “l’amore vince su ogni cosa e supera ogni avversità” è assurta a legge che regola l’universo e dove il nuovo ecologismo alla Obama è preso come assunto di base. Nonostante tutto questo, “Avatar” è un film che ha anche qualche cosa da dire – peccato sia trito e lo faccia alla moda dei messaggi dei Baci Perugina – , è dotato di una certa dose di ritmo – a parte qualche lungaggine qua e là – , ed è tutto sommato vedibile. Il maggior pregio della pellicola però risiede proprio nell’uso delle nuove tecnologie per creare mondi fantastici e spettacolari effetti 3D. L’80% dell’appeal del film credo stia proprio in questo. Io confesso di averlo visto in 2D e nonostante questa limitazione debbo ammettere che l’impatto delle immagini sullo schermo mi ha debitamente colpita. Deduco quindi che il 3D permetta di penetrare con più profondità nel mondo immaginario creato da Cameron, qui anche in veste di sceneggiatore. Certo è che la tecnologia e le immagini da sole non bastano a rendere un fenomeno mediatico un capolavoro. Sono le idee di base, l’originalità, l’inventiva e l’innovatività dello sguardo che fanno la differenza. Senza quelle tutto scorre – e passa – come l’acqua di un fiume.

Insomma “Avatar” è, a conti fatti, uno spot ottimamente riuscito per sdoganare la terza dimensione in sala. Un film giusto da vedere per chi vuole staccare la spina da tutti, da tutto e in tutti i sensi.

PS: Ad ogni modo, ma proprio “Na’vi” dovevi chiamare il popolo alieno??? Dai Giacomino con tutto quello che ti hanno pagato potevi spremerti un po’ più le meningi, per Dioniso!

87raffa87 scrive:

Stupendo film, stupenda sceneggiatura, stupendi effetti speciali. Esatto…questo film era destinato già dall’inizio ad un 10 e lode tondo tondo. Ancora una volta James Cameron (come all’epoca di Titanic) è riuscito a creare un kolossal straordinario, visto da milioni di persone e sbancando i botteghini di tutto il mondo. Il luogo meraviglioso quale è il pianeta di Pandora, è l’ombra di come avrebbe dovuto essere in realtà la nostra Terra, e cioè un luogo fatto di purezza e bontà, pieno di vegetazione e fauna, e abitato da creature buone, leali, rispettose nei confronti della vita, piene di fede e cuore. Il mondo che ognuno di noi sogna, e che forse ognuno avrebbe potuto avere rispettando un po’ di più il pianeta, la vita e Dio. Le strane creature che abitano il pianeta, gli indigeni, gli animali, le piante…tutto…è assolutamente straordinario!Cameron ha saputo dare magia creando un luogo perfetto fatto di amore e rispetto. Forse come molti hanno detto, il finale è un po’ scontato, ma siccome io seno per il lieto fine, mi è piaciuto un sacco. Un film da lode sicuramente, regista, attori e creatori al completo, nessuno escluso.

fra.neity scrive:

ragazzi, ieri sera finalmente, sono riuscita a vedere il meraviglioso AVATAR! Credo che il film di Cameron sia spettacolare in ogni suo dettaglio, ti trascina in un mondo meraviglioso, in un sogno… come si fa a dire che questo film sia vuoto o senza trama? Spero di rivederlo al più presto.. Grazie James per averci fatto entrare in questo mondo! Un capolavoro anche la colonna sonora firmata da Horner e Leona Lewis! Mille volte più bello di Titanic, anch’esso stupendo…

Inserisci un commento

Effettua il login per postare un commento.

Se non sei registrato clicca qui Registrati