di Maria Elena Vagni 18/11/2010 10

Hereafter Leggi Recensioni

Dallo sceneggiatore di Frost/Nixon Peter Morgan, una nuova sfida per l’ottantenne Clint Eastwood. Il regista confeziona con Hereafter un thriller soprannaturale con al centro tre personaggi toccati in modo diverso dall’esperienza della morte e le cui vicende si intrecciano:

Stampa

Best Movie Rating

Voto dei lettori

Titolo: Hereafter

Titolo Originale: Hereafter

Anno: 2010

Nazione: /uploads/2010/11/hereafter2.jpg

Genere: Thriller/Drammatico

Regia: Clint Eastwood

Sceneggiatura: Peter Morgan

Cast: Matt Damon, Cécile De France, Bryce Dallas Howard, George McLaren, Frankie McLaren, Lyndsey Marshal

Durata minuti: 126'

Data Uscita Italia: 05/01/2011

Sito ufficiale: hereafter.warnerbros.com

Distribuzione: Warner Bros.

Dallo sceneggiatore di Frost/Nixon Peter Morgan, una nuova sfida per l’ottantenne Clint Eastwood. Il regista confeziona con Hereafter un thriller soprannaturale con al centro tre personaggi toccati in modo diverso dall’esperienza della morte e le cui vicende si intrecciano: George (Matt Damon), ha il dono di parlare con i defunti, ma è restio a utilizzare questa sua capacità, la giornalista francese Marie (Cecile De France) ha toccato la morte con un dito durante lo tsunami del 2004 e ne è rimasta sconvolta, il dodicenne londinese Marcus (Frankie/George McLaren) ha perso il fratello gemello in un incidente automobilistico e ora vuole avere risposte alle sue domande…

(di Maria Elena Vagni)

© RIPRODUZIONE RISERVATA
AGGIUNGI COMMENTO
  • tea:)#1

    18/08/2011

    belllissimo film, complimenti a clin estarwood ke, kome sempre, non ci delude mai o quasi. molto bella è anke l’interpretazione di Matt Damon

  • lamagicaV#2

    20/01/2011

    ORRENDO. Una noia fuori di misura,tant’è che all’intervallo ho detto “andiamo via?”, inoltre la tipa di fianco a me si è addormentata ben 3 volte… -.-‘ Poi oh, 3 storie differenti che si intrecciano nell’ultimo quarto d’ora! Su 2 ore e 10 (circa), il succo della storia viene condensato in un quarto d’ora per di più in maniera frettolosa e senza alcun dettaglio o spiegazione. Puah. Delusione Clint :(

  • kukuxumusu#3

    07/01/2011

    un altro capolavoro per clint estarwood che, superati gli 80 anni si dimostra vivo e vegeto, sfornando una miscela di passioni e sentimenti intrecciando la malinconica storia di tre individui soli.