Film: trame e trailer

Iron Man

Vota il film: 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
( Il voto dei nostri lettori: 4,64 )
Titolo Originale:Iron Man
Genere:Azione, fantascienza
Sceneggiatura:Mark Fergus Hawk Ostby Art Marcum Matt Holloway John August
Anno:2008
Regia:Jon Favreau
Distribuzione:UIP
Interpreti:Robert Downey Jr., Terrence Howard, Gwyneth Paltrow, Jeff Bridges, Samuel L. Jackson, Hilary Swank, Leslie Bibb, Bill Smitrovich, Faran Tahir
Durata:126'
Sito Ufficiale:www.ironmanmovie.com
Data uscita:01/05/2008

Iron Man: la trama

Il direttore della società fornitrice di attrezzature militari per l’esercito americano Stark Industries, Tony Stark (Robert Downey Jr.) viene tenuto ostaggio da un gruppo di terroristi guidati da Raza (Faran Tahir) che lo costringono a sviluppare una potente arma per loro. Usando però il suo ingegno, Tony crea un esoscheletro corazzato che gli permette di fuggire e tornare in America, nonostante le ferite subite. Dopo essere tornato a capo della sua azienda, Stark si rende conto del male che le armi che produce possono causare e decide che la Stark Industries sviupperà solo tecnologie a scopo civile.  In segreto e col supporto della sua fidata assistente Pepper Potts (Gwyneth Paltrow) si impegna però a creare una versione più avanzata dell’esoscheletro di sua invenzione e di usarlo per proteggere la gente e sconguirare un complotto messo in atto dal suo ex braccio destro, Obadiah Stane (Jeff Bridges).

(Di Luca Resti)

Leggi tutte le recensioni

Iron Man: il trailer

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento, inseriscilo tu per primo per “Iron Man”

lilly 78 scrive:

Finalmente un film degno di un super eroe! E finalmente un super eroe molto più umano, più vero e realistico.” Iron Man” supera ogni aspettativa, è obbiettivamente un bel film dedicato a un genere nuovo nel cinema: il cinecomic, che appassionerà anche i meno cinefili o quelli che non hanno mai letto neanche un fumetto, come me.C’ è tutto in questo film: il romanticismo, l’amicizia, l’azione, la guerra, la comicità, la follia e la genialità di un uomo che reinventa se stesso, e che cambiando la propria prospettiva di vedere il mondo riesce a cambiarlo davvero questo mondo, o almeno ci prova di persona, investendo su se stesso e trasformandosi in un paladino della pace e della giustizia, senza mai dimenticare,però, il suo tornaconto, è ovvio, si parla di Tony Stark l’egocentrico, il miliardario, il misantropo ( purchè non si tratti di donne…).Ma Tony è anche capace, a modo suo, di amare e in questo diventa adorabile. Un magnetico Robert Downey J. diventa tutt’ uno col suo personaggio,è un attore straordinario, camaleontico che ha in se più di un personaggio perchè Iron Man è più di un personaggio, è tanti uomini in una sola armatura.Insomma è un film piacevolissimo, con dialoghi scorrevoli e divertenti, con scene spettacolari capaci di tenere fino all’ultimo col fiato sospeso. Merito di un talentuoso regista come Jon Favreau, e di una colonna sonora entusiasmante, sapientemente coerente al personaggio e alla storia.lilly78

Parker85 scrive:

Ogni qualvolta mi trovo a dover dare il mio giudizio su un comic movie tengo sempre a ribadire ke sono lettore appassionato di comic books made USA (in testa Marvel e DC, ma anke vertigo, dark horse, image, virgin, avalon e tutte le più piccole case editrici ke sfornano buoni prodotti)e proprio per questo mi aspetto sempre il peggio dalle trasposizioni dalla carta alla celluloide, nonostante strepitose eccezioni (impossibile non aver amato i sensazionali primi due Spider-man, Batman Begins e The Dark Knight, V for Vendetta e 300);questa volta no;la sorpresa e lo stupore rendono incommensurabile la gioia nel vedere uno dei miei action heroes preferiti (di cui tutt’ ora seguo le pubblicazioni italiane sulle testate di competenza edite in origine dalla play press, poi successivam dalla star, quindi marvel italia ora paninicomics)da 15 anni a questa parte;film a mio avviso magistrale: Favreau ha trovato il giusto equilibrio x la concatenazione degli eventi e l’ attualizzazione della storia (è sempre difficile utilizzare temi insidiosi come il terrorismo e la guerra agli armamenti, specialmente in un film come questo)riuscendo a concepire un prodotto secondo me perfetto, privo di quelle sbavature che spesso gravano sulle scelte di sceneggiatura prima e di regia poi. Merito solo dello staff di produzione oppure (in gran parte) anche del carisma e della bravura del buon Downey Jr? o della presenza scenica della sempre avvenente Gwyneth Paltrow (visibilmente a proprio agio con il personaggio di Virginia Potts, sempre definita da Stan Lee una sorta di Miss Moneypenny con un tocco di glamour in più)? possibile, ma ciò non toglie il fatto ke il film sia in tutto e per tutto identico (non solo esteticamente) alla narrazione del fumetto da cui è tratto: il design dell’ armatura è magnifico (merito anke di Adi Granov, abile disegnatore Marvel ke ne ha perfezionato la veste grafica fornendo lo spunto ai tecnici)ritmo ed azione bilanciati, effetti speciali favolosi ed un finale ke lascia allo spettatore intenditore e conoscitore un grande senso di dejà vu (parlo della scena successiva ai titoli di coda…); ke dire di più quindi? Oltre, naturalmente, a guardarlo e riguardarlo ancora…

Inserisci un commento

Effettua il login per postare un commento.

Se non sei registrato clicca qui Registrati