Black Panther

Black Panther, re di Wakanda, si impone come re dei supereroi anche al botteghino domestico.

Il film di Ryan Coogler è infatti ufficialmente il cinecomic con il più alto incassi di tutti i tempi al box-office nord-americano, anche se ha perso la vetta del box-office dopo ben cinque settimane di fila in testa (dato che non si vedeva da Avatar di James Cameron): a scalzarlo ci ha pensato infatti Pacific Rim – La rivolta, che aperto con 28 milioni di dollari (qui la nostra recensione). 

Black Panther ha infatti raggiunto quota 630 milioni di dollari lo scorso sabato, superando i 623,4 di The Avengers portati a casa dalla Marvel nel 2012 e facendo meglio pure di Star Wars – Gli Ultimi Jedi, fermo a quota 619.

Solo sette film hanno superato la quota di 600 milioni $ al botteghino statunitense e attualmente Black Panther è sesto in questa speciale classifica. Sopra di lui, per esempio, Jurassic World (652 milioni) e Titanic (659 milioni).

In tutto il mondo, Black Panther ha guadagnato oltre $ 1,2 miliardi finora. Entro la fine del weekend si prevede che supererà Iron Man 3, che ha raggranellato a suo tempo $ 1,214 miliardi, per diventare il terzo più remunerativo adattamento dal mondo dei fumetti di tutti i tempi, dietro solo a The Avengers, che ha guadagnato $ 1,5 miliardi, e il suo seguito Avengers: Age of Ultron, che ha racimolato $ 1,4 miliardi nel mondo.

Dato il budget di partenza di “soli” 200 milioni, il film è uno dei più redditizi di sempre in casa Marvel.

Tra i prossimi film del Marvel Cinematic Universe in uscita che potrebbero insidiare questo primato ci sono, naturalmente, l’imminente Avengers: Infinity War, il 27 aprile negli USA, ma anche Ant-Man e Wasp il 6 luglio, Captain Marvel l’8 marzo 2019, il quarto film degli Avengers il 3 maggio 2019, il sequel di Spider-Man: Homecoming il 5 luglio 2019.

Fonte: ComicBook/Marvel

Leggi anche: Kevin Feige conferma il sequel di Black Panther: «Sappiamo già dove andare»

© RIPRODUZIONE RISERVATA