Box Office Usa: Split ancora in testa

Box Office Usa: Split ancora in testa

Il thriller di Shyamalan continua a registrare consensi. Seguono sul podio Qua la zampa e Il diritto di contare

di Marita Toniolo 30/01/2017
Stampa

Il box office americano del fine settimana dal 27 al 29 gennaio è stato ancora all’insegna del thriller Split di M. Night Shyamalan, che ha incassato 26 milioni di dollari (-34%) con una media di 8.212 dollari e un totale di 78 milioni di dollari dal 20 gennaio. Al secondo posto si è piazzato Qua la zampa, family movie con Dennis Quaid che ha debuttato in 3.059 cinema con 18 milioni di dollari e una media di 6.010 dollari. Chiude il podio Il diritto di contare (in Italia dall’8 marzo), che mantiene la posizione dello scorso weekend con 14 milioni di dollari di incasso (-11%) per una media di 4.178 dollari; il film di Theodore Melfi candidato agli Oscar ha totalizzato 104 milioni di dollari dal 25 dicembre.

Oltre a Il diritto di contare, ci sono altri tre film che presidiano la top 10 da molte settimane. Al quinto posto c’è La La Land che, beneficiando delle nomination agli Oscar, ha realizzato nel weekend 12 milioni di dollari (+43%) con una media di 3.842 e un totale di 106 milioni di dollari. Tra le lunghe teniture in top 10 ci sono anche il film di animazione Sing, che con i suoi sei weekend di incassi alle spalle si è piazzato settimo con 6 milioni di dollari e un totale di 257 milioni di dollari, e Rogue One: A Star Wars Story, ottavo con 5 milioni di dollari e complessivi 520 milioni dal 16 dicembre.

I titoli della top 10 che non abbiamo ancora menzionato sono Resident Evil: The Final Chapter (in Italia dal 16 febbraio), che ha debuttato al quarto posto con 13,8 milioni di dollari e una media di 4.462 dollari per cinema; xXx: Il ritorno di Xander Cage, sesto con 8 milioni di dollari, una media di 2.260 dollari e un totale di 33 milioni dal 20 gennaio; Monster Trucks (in Italia dal 4 maggio), settimo con 4 milioni di dollari e 28 complessivi dal 13 gennaio; infine, decimo, Gold, che ha debuttato con 3,4 milioni di dollari e una media di 1.602 dollari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
News
AGGIUNGI COMMENTO