Sondaggi

Cinema a casa: come vi procurate i film? Il nostro sondaggio

Alle Giornate Professionali dell’Home Video si è confermata la sensazione di un settore in crisi. Diteci la vostra!
-13/06/2012
Cinema a casa: come vi procurate i film? Il nostro sondaggio

Blockbuster ha chiuso definitivamente i battenti e alle Giornate professionali dedicate all’home video non sono emerse idee ed energie nuove per il supporto della fruizione casalinga “legale” in grado di contrastare adeguatamente la pirateria. Tante le proposte nel calderone, ma tutte legate a una visione fin troppo tradizionale, o addirittura antiquata.

Ecco un estratto dal reportage sulle Giornate Professionali pubblicato sul blog del direttore editoriale di Best Movie Luca Maragno: “Stiamo parlando di un settore che in soli cinque anni si è dimezzato (nel 2007 fatturava 968 mln di euro) e che se togliamo noleggio ed edicola vale come la musica, un mercato che è considerato morto da quando l’industria non ha saputo cavalcare la rivoluzione digitale e ha continuato a nascondersi dietro le colpe della pirateria. E cosa fa il mondo dell’home video? Aimé, dopo aver assistito a questo appuntamento, speravo tanto di sentire qualche idea proprio sul fronte del digital delivering, qualcosa sul futuro insomma, dato che non c’è un’offerta organizzata in Italia e anche importanti operatori come Apple con il suo store, hanno un’offerta misera. Invece, purtroppo, mi è parso di sentire solo discorsi ancorati al passato” (clicca qui per continuare a leggere).

Sulla base di queste considerazioni, oggi che le videoteche sono sempre più rare e che l’offerta “legale” di film in rete è ancora piuttosto scarsa, la domanda che vi proponiamo è: come vi procurate i film che guardate a casa?
Qui sotto trovate il nostro sondaggio, al quale potete anche dare una risposta multipla (fino a 3). Nel caso scegliate “altro”, vi invitiamo a lasciare un commento a questo articolo in cui specificate e spiegate la vostra scelta.

Come vi procurate i film che guardate a casa?

Guarda i risultati del sondaggio

Loading ... Loading ...

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
YourName scrive:

Considerando che i veri film di qualità o non mettono piede nel nostro Paese o se ce lo mettono lo fanno mesi o anni dopo il download è indispensabile per chi veramente ha la passione per il Cinema. Hunger l’ho visto l’anno scorso con tanto di sottotitoli e sono stato costretto considerando che in Italia sarà uscito il mese scorso. Idem altri film più commerciali da Prometheus a Chronicle e cosi via. Personalmente se proprio devo spendere soldi per un dvd lo faccio per un film che amo alla follia..possibilmente in saldo

Tess scrive:

lei tue ragioni sono giustissime, ma forse nella mia testa mi illudo ancora che sostenendo economicamente il cinema qualcosa cambi. boh non so dirti perchè, ma proprio non mi attira lo scaricare. vedere un film al cinema, non serve che te lo spieghi, mi fa emozionare come poche cose al mondo quindi non ci rinuncerei mai. poi è vero come dici che le videoteche costano e che molte sono sfornite, ma io ho la fortuna di aver trovato la mia “videoteca di fiducia” dove trovo di tutto (nuovo, vecchio, commerciale e indipendente) e dove gli abbonamenti permettono di risparmiare.
p.s.
è inutile molti mie amici hanno tentato di convertirmi, ma senza successo ;-)

Inserisci un commento

Effettua il login per postare un commento.

Se non sei registrato clicca qui Registrati