In questi giorni Neill Blomkamp è impegnato nelle attività promozionali di Elysium, atteso sci-fi che uscirà al cinema il 9 agosto (guarda il trailer, il poster e le nuove immagini del film). Durante la conferenza stampa di presentazione della pellicola, il regista sudafricano ha parlato a Collider dei suoi progetti futuri, ossia il moviegame Halo e il sequel Distric 10. Per quanto riguarda il primo, l’adattamento cinematografico della celebre serie di videogiochi della Bungie non ha mai avuto il via dalla Universal a causa dell’elevato budget previsto. Confessando il suo dispiacere per l’opportunità mancata, Blomkamp ha riconfermato la sua passione per il mondo virtuale: «Apprezzo davvero l’universo e il mondo di Halo, oltre alla sua mitologia. Se ne avessi la possibilità, vorrei girare il film ma il problema è che quando qualcosa pre-esiste, uno si fa la propria idea ed interpretazione. E quando 150 persone, ognuna con la propria idea, si trovano coinvolte nella realizzazione della pellicola, tu puoi rispondere alle loro aspettative o deluderle».

Se il progetto di Halo sembra purtroppo scartato, maggiore probabilità di venire alla luce ha invece il sequel di District 9, film che ha dato popolarità (meritata) al regista. Gli orrendi ma molto umani gamberoni alieni potrebbero infatti invadere di nuovo lo schermo: «Per quanto riguarda i sequel, penso che sia corretto realizzarli quando c’è qualcosa di aggiuntivo da dire. Il mondo di District 9 ha molte interessanti idee riguardo il concetto di razza e oppressione. Per questo motivo vorrei esplorare ancora di più quel mondo». Gli spunti di un film in cui un’invasione aliena diventa l’occasione per farci ragionare ci sono, ora speriamo arrivi anche il film.

Fonte: Collider

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA