News

Harry Potter e i doni della morte – Parte 2: il resto del cast

Ecco le biografie degli altri interpreti della saga
Redazione - 21/06/2011
Harry Potter e i doni della morte – Parte 2: il resto del cast

Pubblichiamo un estratto del pressbook ufficiale del film.

Helena Bonham Carter ritorna nel ruolo di Bellatrix Lestrange, Mangiamorte e fanatica seguace di Lord Voldemort, che ha iniziato a interpretare nel successo del 2007 Harry Potter e l’Ordine della Fenice e che ha conservato in Harry Potter e il principe mezzosangue e Harry Potter e i doni della morte – Parte 1.

Due volte candidata agli Oscar, la Bonham Carter ha ricevuto l’ultima candidatura nel 2010 per la sua performance in Il discorso del re diretto da Tom Hooper. Per il suo ritratto di Elizabeth, moglie del re Giorgio VI, ha ottenuto anche candidature ai Golden Globe e agli Screen Actors Guild (SAG), ha vinto un BAFTA e un British Independent Film Award e, con tutto il cast del film, un SAG. Recentemente, ha ottenuto una candidatura ai Golden Globe e ha vinto un Evening Standard British Film Award come miglior attrice per la sua performance come Mrs. Lovett nell’adattamento del 2009 di Tim Burton del musical di Stephen Sondheim Sweeney Todd: il diabolico barbiere di Fleet Street, con Johnny Depp. Nel 2010 è tornata a lavorare con Burton e Depp per il film fantastico di grande successo Alice inWonderland. La Bonham Carter ha ottenuto la sua prima candidatura agli Oscar®, ai Golden Globe, ai BAFTA e agli Screen Actors Guild Award® per il suo lavoro del 1997 Le ali dell’amore, tratto dal romanzo di Henry James. La sua performance le ha portato anche il premio come miglior attrice di numerose associazioni di critici, come la Los Angeles Film Critics, la Broadcast Film Critics, la National Board of Review e il London Film Critics Circle.

L’attrice ha esordito nel cinema nel 1986, con il biopic di Trevor Nunn Lady Jane e aveva appena terminato le riprese quando il regista James Ivory le ha offerto il ruolo di protagonista in Camera con vista, tratto dal romanzo di E.M. Forster. Quindi ha interpretato altri due adattamenti di romanzi di Forster: Monteriano-Dove gli angeli non osano mettere piede, di Charles Sturridge, e Casa Howard, di James Ivory, che le ha portato la sua prima candidatura ai BAFTA Award.

Tra i film di Bonham Carter ricordiamo Amleto di Franco Zeffirelli, con Mel Gibson; Frankenstein di Mary Shelley, diretto e interpretato da Kenneth Branagh; La dea dell’amore di Woody Allen; La dodicesima notte, che l’ha riportata a lavorare con Trevor Nunn, Fight Club di David Fincher, con Brad Pitt e Edward Norton; i film di Tim Burton Big Fish-Le storie di una vita incredibile, Planet of the Apes – Il pianeta delle scimmie e La fabbrica di cioccolato; e Terminator Salvation di McG. Inoltre ha interpretato film indipendenti come Novocaine, The Heart of Me, Till Human Voices Wake Us e Conversations with Other Women e ha prestato la sua voce ai film d’animazione Carnivale, La sposa cadavere” di Tim Burton; e il premio Oscar® Wallace & Gromit e la maledizione del coniglio mannaro.

Con il suo lavoro in televisione, Bonham Carter ha ottenuto candidature agli Emmy e ai Golden Globe Award per le sue performance nel telefilm Live from Baghdad e nella miniserie Merlin e un’altra ai Golden Globe per il ruolo di Marina Oswald nella miniserie Fatal Deception: Mrs. Lee Harvey Oswald. E’ stata poi Anna Bolena nella miniserie inglese Henry VIII e la madre di sette figli, uno dei quali autistico, nel telefilm della BBC Magnificent 7. Più recentemente ha interpretato il biopic della BBC Enid. In teatro Bonham Carter ha partecipato a produzioni di The Woman in White, The Chalk Garden, The House of Bernarda Alba e Trelawny of the Wells.


Robbie Coltrane appare ancora nel ruolo di Rubeus Hagrid, che si prende cura di tutte le creature di Hogwarts, grandi e piccole. Coltrane ha interpretato Hagrid fin dal primo film, HarryPotter e la pietra filosofale, che gli ha portato candidature ai BAFTA e ai Los Angeles Film Critics Circle Award. Poi ha ripreso il ruolo in Harry Potter e la camera dei segreti, Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, Harry Potter e il calice di fuoco, Harry Potter e l’Ordine della Fenice e Harry Potter e il principe mezzosangue, Harry Potter e i doni della morte – Parte 1, ed è Hagrid per l’ultima volta in Harry Potter e i doni della morte – Parte 2.

Tra i tanti film di Coltrane ricordiamo The Brothers Bloom; Ocean’s Twelve di Steven Soderbergh; Van Helsing e Le avventure di Huckleberry Finn di Stephen Sommers; La vera storia di Jack lo squartatore dei fratelli Hughes, con Johnny Depp; i film della serie James Bond 007-Il mondo non basta e Goldeneye; Le parole che non ti ho detto di Luis Mandoki; Buddy; Mio papà è il papa; Suore in fuga che gli ha fatto vincere il Peter Sellers Comedy Award all’Evening Standard British Film Awards del 1991; Henry V di Kenneth Branagh; Felice e vincente; Bert Rigby, You’re a Fool di Carl Reiner; Mona Lisa, di Neil Jordan; Absolute Beginners; e Defense of the Realm.

Forse Coltrane è più conosciuto per la famosa serie televisiva Cracker e con il ruolo del Dr. Eddie “Fitz” Fitzgerald ha ottenuto tanti premi, tra cui tre BAFTA Awards come miglior attore televisivo nel 1994, 1995 e 1996, il Broadcasting Press Guilds Award nel 1993; un Silver Nymph Award al Television Festival di Montecarlo nel 1994; il Royal Television Society Award nel 1994; il premio FIPA; e un Cable ACE Award.

Coltrane ha iniziato a diventare famoso nei primi anni ’80, grazie alle sue apparizioni comiche in programmi come Alfresco, Kick Up the Eighties, Laugh???I Nearly Paid My Licence Fee e Saturday Night Live. Poi ha interpretato 13 produzioni di Comic Strip e numerosi programmi televisivi, tra cui Blackadder the Third e “Blackadder’s Christmas Carol. Coltrane ha ricevuto una candidatura ai BAFTA Award per il ruolo di Danny McGlone nella serie Tutti Frutti ed è stato protagonista dei telefilm The Ebb-Tide, Alice in Wonderland e The Planman, di cui è stato anche produttore esecutivo, e della recente miniserie di ITV Murderland. Nel 2006, Coltrane è stato insignito dell’OBE per il suo contributo al mondo dello spettacolo.

Ciaran Hinds entra nel cast nel ruolo di Aberforth Silente, fratello del defunto preside di Hogwarts Albus Silente.

All’inizio di quest’anno, Hinds è stato coprotagonista con Anthony Hopkins del thriller psicologico Il rito. Tra i suoi film in uscita il remake di La talpa, il thriller The Woman in Black, l’action fantasy Ghost Rider: Spirit of Vengeance e il cartone animato John Carter of Mars. Nel 2009, Hinds ha vinto il premio come miglior attore al Tribeca Film Festival per la sua performance in The Eclipse. Tra i suoi lavori più recenti ricordiamo Perdona e dimentica, Corsa a Witch Mountain, Stop-Loss, Miss Pettigrew Lives for a Day, Il petroliere, Il matrimonio di mia sorella, Nativity e Amazing Grace.

Con Eric Bana e Daniel Craig ha interpretato poi il drammatico e controverso Munich di Steven Spielberg. Inoltre ha lavorato nella serie di HBO Rome, conquistando un Irish Film and Television Award come miglior attore con il ruolo di Giulio Cesare. Tra suoi film ricordiamo poi Calendar Girls, Lara Croft Tomb Raider: la culla della vita, Veronica Guerin – il prezzo del coraggio, Era mio padre, Al vertice della tensione, Titanic Town, Oscar and Lucinda, Some Mother’s Son, Circle of Friends e l’epico Excalibur, con cui ha esordito nel cinema. Hinds ha iniziato a recitare in teatro, in Irlanda del Nord, dove è nato, e ha lavorato molto al Glasgow Citizens’ Theatre, poi è entrato nella Royal Shakespeare Company, con cui ha interpretato The Last Days of Don Juan, Troilo e Cressida, Edward II e Richard III.

Jason Isaacs ritorna nel ruolo di Lucius Malfoy, l’arrogante Mangiamorte che aveva già interpretato in Harry Potter e la camera dei segreti, Harry Potter e il calice di fuoco, Harry Potter e l’Ordine della Fenice e Harry Potter e i doni della morte – Parte 1.

Tra i suoi film in uscita il thriller Abduction, di John Singleton, con Taylor Lautner , il film d’animazione Cars 2 e il video Green Lantern: Emerald Knights. Recentemente Isaacs è stato protagonista con Matt Damon del thriller d’azione Green Zone di Paul Greengrass, dell’indipendente Skeletons . E’ stato anche protagonista di Good, di cui è stato anche produttore esecutivo, che gli ha portato una candidatura ai London Film Critics Circle Award come miglior attore non protagonista. Con la miniserie della BBC The State Within ha ricevuto una candidatura ai Golden Globe, mentre con il telefilm, sempre della BBC, The Curse of Steptoe, ne ha avuta un’altra ai BAFTA TV Award.

Isaacs si è fatto conoscere nel 2000 con il ruolo del crudele colonnello William Tavington in Il patriota di Roland Emmerich, che gli ha portato una candidatura ai London Film Critics’ Circle Award come miglior attore non protagonista e un’altra ai Blockbuster Award come miglior cattivo. Nel 2001, è stato una drag queen nel remake di Sweet November-Dolce novembre, e il capitano Mike Steele in Black Hawk Down, di Ridley Scott. Ha poi interpretato Windtalkers di John Woo, la commedia romantica Passionada e la commedia d’azione Lo smoking, con Jackie Chan. Nel 2003, Isaacs ha interpretato il doppio ruolo del capitano Uncino e di Mr. Darling in Peter Pan, diretto da P.J. Hogan.

Isaacs ha anche girato molti film con l’amico regista Paul Anderson, infatti è apparso in Punto di non ritorno, Soldier, Shopping e in Resident Evil. Tra i suoi film ricordiamo poi Fine di una storia, Armageddon e Dragonheart, oltre agli indipendenti Friends with Money, Tennis, Anyone?, The Chumscrubber, Nine Lives, Hotel, The Last Minute e Divorcing Jack-La notte di Starkey.

In televisione, Isaacs ha interpretato per tre stagioni la serie premio Peabody della Showtime Brotherhood, con cui ha ottenuto una candidatura ai Satellite Award. Poi ha lavorato nel telefilm di Channel 4 Scars, ha avuto un ruolo fisso nella serie di NBC The West Wing ed è stato ospite in una puntata di Entourage. All’inizio della sua carriera ha interpretato per due stagioni la serie inglese di grande successo Capital City ed è apparso nella controversa miniserie della BBC Civvies. Attualmente è impegnato nelle riprese di un’altra miniserie della BBC, Case Histories, tratta dai romanzi gialli di Kate Atkinson, in cui interpreta il detective Jackson Brodie.

Nato a Liverpool, Gran Bretagna, Isaacs ha frequentato la Bristol University, dove ha diretto e/o interpretato oltre 20 produzioni teatrali. Poi si è diplomato alla prestigiosa Central School of Speech and Drama di Londra. In teatro, ha creato il ruolo di Louis in una produzione del Royal National Theatre del premio Pulitzer Angels in America – Parts 1 & 2. Ha recitato in cinque Edinburgh Festivals, e, a Londra, al Royal Court, all’Almeida e al King’s Head. Recentemente Isaacs ha interpretato al West End, con Lee Evans, un revival del lavoro di Harold Pinter The Dumb Waiter.


Maggie Smith riprende il ruolo della professoressa Minerva McGranitt, che ha interpretato in tutti i precedenti film della serie di Harry Potter. Smith, una delle attrici più stimate del mondo dello spettacolo, è stata premiata molte volte per il suo lavoro in teatro, al cinema e in televisione. Due volte premio Oscar, ha vinto il primo per l’indimenticabile performance in La strana voglia di Jean del 1969, con cui ha vinto un BAFTA e ha ottenuto una candidatura ai Golden Globe. Dieci anni dopo ha vinto il secondo Oscar, oltre a un Golden Globe e un Evening Standard Award, e ha ricevuto una candidatura ai BAFTA per California Suite. Recentemente ha ricevuto candidature agli Oscar, ai Golden Globe e ai BAFTA per Gosford Park di Robert Altman e ha vinto con il cast uno Screen Actors Guild e un Critics’ Choice Award. Fra i tanti riconoscimenti ricordiamo ancora le candidature agli Oscar per Otello, In viaggio con la zia e Camera con vista, che gli ha portato un BAFTA e un Golden Globe. Inoltre ha vinto un BAFTA con Un tè con Mussolini e Pranzo reale; BAFTA e Evening Standard British Film Award per La segreta passione di Judith Hearne e un altro Evening Standard British Film per Quartet.

Smith ha iniziato a interpretare il ruolo della professoressa McGranitt in HarryPotter e la pietra filosofale e ha continuato Harry Potter e la camera dei segreti, Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, Harry Potter e il calice di fuoco, Harry Potter e l’Ordine della Fenice e Harry Potter e il principe mezzosangue.

Tra i suoi film ricordiamo poi I divini segreti delle Ya-Ya Sister, Il club delle prime mogli, Sister Act, Il giardino segreto, Hook-Capitan Uncino, Becoming Jane, Ladies in Lavender, The Last September, Washington Square, Riccardo III, The Missionary, Assassinio sul Nilo, Invito a cena con delitto e Masquerade.

Per la televisione, è stata protagonista della serie di ITV Downton Abbey e ha vinto un Emmy Award nel 2003 per la sua performance in My House in Umbria di HBO. Nel 2010 ha ricevuto la sua quarta candidatura agli Emmy per il film di HBO Capturing Mary. Le altre candidature erano state per i telefilm Suddenly, Last Summer e David Copperfield, che le ha portato anche una nomination ai BAFTA TV Award. Ha ricevuto altre candidature ai BAFTA TV per Memento Mori, Mrs. Silly e Talking Heads, che le ha fatto vincere un Royal Television Society Award.

Smith ha iniziato a recitare in teatro nel 1952 con la Oxford University Drama Society e ha esordito a livello professionale a New York con The New Faces of 1956 Revue. Tre anni dopo è entrata nella Old Vic Company, con cui nel 1962 ha vinto l’Evening Standard come miglior attrice per The Private Ear e “The Public Eye. Entrata nel National Theatre nel 1963, ha interpretato Desdemona in Otello di Laurence Olivier, Black Comedy, Miss Julie, The Country Life, The Beaux Stratagem, Molto rumore per nulla e Hedda Gabler.

Nel corso della sua carriera Smith ha continuato a esibirsi in teatro a Londra e a New York, infatti ha vinto un Tony per Lettice and Lovage e candidature per Night and Day e Private Lives. Ha vinto poi l’Evening Standard Drama Award per Virginia e Three Tall Women. Nel 1990 ha ricevuto un DBE, è membro del British Film Institute e ha ricevuto un BAFTA alla carriera nel 1993.

Julie Walters ritorna nel ruolo della materna Mrs. Weasley, che ha interpretato in tutti i film di Harry Potter.

Due volte candidata agli Academy Award®, Walters ha ottenuto la prima nomination nel 1984 per Rita, che le ha portato anche un BAFTA e un Golden Globe. La seconda candidatura agli Oscar® è arrivata invece per Billy Elliot di Stephen Daldry. Il ruolo dell’insegnante di danza di Billy in quel film le ha fatto vincere anche i premi BAFTA, Empire, Evening Standard Film e del London Film Critics Circle, oltre a candidature ai Golden Globe, agli European Film Award e ben due nomination agli Screen Actors Guild, una come miglior attrice non protagonista e la seconda con tutto il cast. Walters ha ricevuto altre candidature ai BAFTA Award per i ruoli interpretati in Personal Services e Stepping Out, quest’ultimo le ha portato anche un Variety Club Award.

Nel 2008 Walters è stata protagonista con Meryl Streep del musical di grande successo internazionale Mamma Mia!. Quest’anno invece ha prestato la sua voce al film d’animazione Gnomeo & Giulietta. Tra i suoi film ricordiamo poi Becoming Jane – Il ritratto di una donna contro di Julian Jarrold; In viaggio con Evie, con Rupert Grint, che in Harry Potter è suo figlio; Wah-Wah; Calendar Girls; Before You Go; Titanic Town di Roger Michell; Girls’ Night; Relazioni intime; Sister My Sister; Come una donna; Buster; e Prick Up Your Ears-L’importanza di essere Joe di Stephen Frears.

Walters è anche ben conosciuta dal pubblico televisivo inglese. Nel 2010 ha ottenuto due candidature ai BAFTA TV Award come miglior attrice, per i telefilm A Short Stay in Switzerland e Mo con cui ha vinto. In passato aveva già vinto tre BAFTA TV Award consecutivi, nel 2002, 2003 e 2004, per i suoi ruoli in Strange Relations; Murder, che le ha fatto vincere anche un Royal Television Society Award; e la serie The Canterbury Tales con cui ha vinto un Broadcasting Press Guild Award. Poi ha ricevuto altre quattro candidature ai BAFTA TV Award: nel 1983, per la miniserie Boys From the Blackstuff; nel 1987, per la serie Victoria Wood: As Seen on TV; nel 1994, per il telefilm The Wedding Gift; e nel 1999, per la serie Dinnerladies. Tra suoi lavori televisivi ricordiamo poi Filth: The Mary Whitehouse Story, The Ruby in the Smoke, Ahead of the Class”, The Return, Oliver Twist, Jake’s Progress, Pat and Margaret, The Summer House, Julie Walters and Friends, Talking Heads e The Birthday Party.

Ottima attrice di teatro, Walters ha vinto un Olivier Award nel 2001 per la sua performance in All My Sons di Arthur Miller e ha ricevuto una candidatura, sempre agli Olivier, per Fool for Love di Sam Shepard. Ha esordito sulla scena di Londra con Rita, ruolo che poi ha portato anche sullo schermo e ha interpretato produzioni come Jumpers, Having a Ball, Frankie and Johnny in the Clair de Lune, When I was a Girl I Used to Scream and Shout, The Rose Tattoo di Tennessee Williams e il musical Acorn Antiques.

Nel 2006 Walters ha pubblicato il suo primo romanzo, Maggie’s Tree.

Tom Felton ha interpretato il ruolo di Draco Malfoy, acerrimo nemico di Harry Potter e capo della Casa dei Serpeverde, in tutti i film di Harry Potter.

Felton ha numerosi film in uscita, tra cui il film indipendente From the Rough, tratto dalla storia dell’allenatore Santana Sparks, con Taraji P. Henson, il thriller The Apparition, con Ashley Greene e Sebastian Stan, il fantascientifico Rise of the planet of the Apes, prequel di Planet of the Apes, con James Franco e Freida Pinto, e il dramma sulla Seconda guerra mondiale Grace and Danger.

Felton è un attore professionista da quando aveva nove anni e ha interpretato Peagreen Clock nella fiaba di Peter Hewitt I Rubacchiotti. Il ruolo ha attirato l’attenzione del regista Andy Tennant, che lo ha voluto come figlio di Jodie Foster, Louis Leonowens, nell’epico Anna and the King del 1999. Due anni dopo, Felton ha avuto la parte di Draco Malfoy nel primo film di Harry

Potter HarryPotter e la pietra filosofale, seguito poi da Harry Potter e la camera dei segreti, Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, Harry Potter e il calice di fuoco, Harry Potter e l’Ordine della Fenice e Harry Potter e il principe mezzosangue,con cui ha vinto un MTV Movie Award come miglior cattivo, e Harry Potter e i doni della morte – Parte 1. Felton ha avuto anche un cammeo nella commedia Get Him to the Greek, con Russell Brand.

Oltre alla recitazione, Felton dedica il suo tempo a un’altra passione, la musica. Ha imparato a suonare la chitarra da solo e compone e interpreta canzoni.

Bonnie Wright è cresciuta nel ruolo di Ginny Weasley, la più giovane della famiglia Weasley, apparsa in tutti i film di Harry Potter, e nel tempo la sorellina di Ron è diventata una maga dotata e coraggiosa, che ha una storia d’amore con Harry Potter.

Wright aveva solo 10 anni quando è apparsa per la prima volta nel ruolo di Ginny, in HarryPotter e la pietra filosofale nel 2001. Nel decennio seguente ha interpretato Harry Potter e la camera dei segreti, Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, Harry Potter e il calice di fuoco, Harry Potter e l’Ordine della Fenice e Harry Potter e il principe mezzosangue e Harry Potter e i doni della morte – Parte 1.

Presto vedremo Wright nel film indipendente Geography of the Hapless Heart. Tra i suoi lavori per la televisione, ricordiamo il telefilm della BBC Agatha Christie: A Life in Pictures, nel ruolo della giovane Agatha, e il drammatico Stranded, una produzione Hallmark andata in onda negli Stati Uniti e in Gran Bretagna. Inoltre ha prestato la sua voce a un episodio della serie d’animazione di Disney Channel The Replacements. Oltre alla recitazione,Wright ama la musica e suona chitarra e sassofono.


James Phelps e Oliver Phelps sono gemelli nella vita reale e interpretano il ruolo dei terribili gemelli Fred e George Weasley. I Phelps avevano 15 anni quando sono apparsi nel ruolo di Fred e George, i membri più divertenti e intraprendenti del clan Weasley, nel grande successo del 2001 HarryPotter e la pietra filosofale. Da allora sono apparsi in Harry Potter e la camera dei segreti, Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, Harry Potter e il calice di fuoco, Harry Potter e l’Ordine della Fenice e Harry Potter e il principe mezzosangue e Harry Potter e i doni della morte – Parte 1. I gemelli Lewis sono apparsi anche in un episodio della serie Kingdom di ITV, con Stephen Fry.


Matthew Lewis interpreta il fedele e coraggioso amico di Harry Potter, Neville Paciock. Lewis ha iniziato a recitare a soli cinque anni e ha ottenuto il ruolo di Neville nel 2001, quando si è presentato a un’audizione che si teneva a Leeds, la sua città natale, per HarryPotter e la pietra filosofale. Ha ripreso il suo ruolo in Harry Potter e la camera dei segreti, Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, Harry Potter e il calice di fuoco, Harry Potter e l’Ordine della Fenice e Harry Potter e il principe mezzosangue e Harry Potter e i doni della morte – Parte 1. Lewis è apparso anche nel film indipendente del 2010 The Sweet Shop e in numerose serie televisive inglesi, come Heart Beat, City Central, Where the Heart Is, Sharpe, Dalziel and Pascoe e Some Kind of Life.


Evanna Lynch ha esordito nel ruolo di Luna Lovegood in Harry Potter e l’Ordine della Fenice ed è apparsa poi in Harry Potter e il principe mezzosangue e Harry Potter e i doni della morte – Parte 1. Nata in Irlanda, Lynch era già una fan di Harry Potter quando ha ottenuto il ruolo di Luna facendosi notare tra le oltre 15000 ragazzine che si erano presentate al casting nel 2006per la sua evidente affinità con il personaggio che interpreta.



Torna all’indice del pressbook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Inserisci un commento

Effettua il login per postare un commento.

Se non sei registrato clicca qui Registrati