Sarà dedicata al cinema comico italiano la retrospettiva della 67esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (1-11 settembre). Intitolata “La situazione comica (1937-1988)”, curata da Marco Giusti, Domenico Monetti e Luca Pallanch, tale retrospettiva prevede la proiezione di una trentina di opere dagli anni ’30 a fine anni ’80. È realizzata dalla Biennale di Venezia in coproduzione con il Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale, con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. “La situazione comica” si dividerà in particolare in due programmi. Quello che avrà luogo in Sala Volpi (Palazzo del Cinema), più legato al passato, includerà 20 lungometraggi e alcuni episodi, dagli anni ’30 fino alla metà degli anni ’70. Fra questi, L’onorata società, una delle prime prove della coppia Franchi-Ingrassia; Io non spezzo… rompo, con Alighiero Noschese; Lo scatenato di Franco Indovina con un inedito Vittorio Gassman. Il programma che avrà luogo in Sala Perla, invece, includerà 7 lungometraggi ed è più legato alla contemporaneità (anni ’70-’80). Comici italiani come Diego Abatantuono, Lino Banfi, Christian De Sica, Enrico Montesano, Renato Pozzetto, Gigi Proietti, Carlo Verdone, Paolo Villaggio hanno scelto l’opera a cui sono più legati all’interno della loro filmografia. Tra quelli che saranno proiettati in questa sezione, da segnalare Febbre da cavallo, Eccezzziunale… veramente, Vacanze di Natale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA