The Counselor, Ridley Scott ferma le riprese dopo la morte del fratello Tony

The Counselor, Ridley Scott ferma le riprese dopo la morte del fratello Tony

E continuano le indiscrezioni sulle possibili cause del suicidio del regista

di Francesca Cremonesi 21/08/2012
Stampa

La morte del regista Tony Scott ha sconvolto tutto il mondo, ma certamente una delle persone che è stata colpita più di tutte è stato Ridley Scott, suo fratello maggiore. E la notizia del suicidio ha fermato subito le riprese del suo nuovo film The Counselor, sceneggiato da Cormac McCarthy e che vede nel cast grandi nomi del calibro di Brad Pitt, Michael Fassbender, Cameron Diaz, Javier Bardem e Penelope Cruz (guarda le prime foto dal set). Sembra che le riprese resteranno ferme per almeno una settimana. Intanto continuano le indiscrezioni sulle possibili cause del suicido del regista: alcune voci dicono che Tony Scott avesse un tumore al cervello, ma la famiglia ha subito smentito la notizia. Vi terremo aggiornati su tutte le novità. (Foto Getty Images)

Fonte: Variety, TMZ, ABC

© RIPRODUZIONE RISERVATA
News
AGGIUNGI COMMENTO