Transformers: «Se rimani fuori di prigione puoi tornare». Michael Bay consola Shia LaBeouf

Transformers: «Se rimani fuori di prigione puoi tornare». Michael Bay consola Shia LaBeouf

Il regista tiene una pota aperta per la star finita di nuovo nei guai, se torna a rigare dritto potrà apparire di nuovo al fianco dei robottoni

di Matteo Bonassi 13/07/2017
Stampa

Non tutto è perduto. Nonostante le recenti brutte avventure di Shia LaBeoufdi cui potete leggere quiMichael Bay, ovvero colui che l’ha lanciato a Hollywood scegliendolo come protagonista del suo primo Transformes, si è detto pronto a dare una seconda chance all’attore, purché si rimetta sulla retta via. In un recente scambio di battute con Cine Pop, il regista – a cui è stato chiesto se Shia sarebbe mai potuto tornare a far parte della saga– ha risposto: «Certo, se rimane fuori di prigione può tornare. È rimasto in galera un bel po’ qui in America, quindi se riesce a rimanere fuori abbastanza a lungo può farlo».

Difficile dire se LaBeouf, ultimamente impegnato in varie produzioni indie e che di recente vedremo al cinema in Borg/McEnroe, abbia davvero intenzione di tornare a combattere accanto ai robottoni di Bay, ma di sicuro rivederlo in un franchise blockbuster di questa portata potrebbe aiutarlo a rimettersi in carreggiata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
News
AGGIUNGI COMMENTO