Venezia 73, The Woman Who Left di Lav Diaz Leone d’Oro. A Tom Ford il Leone d’Argento per Animali Notturni

Venezia 73, The Woman Who Left di Lav Diaz Leone d’Oro. A Tom Ford il Leone d’Argento per Animali Notturni

Emma Stone riceve la Coppa Volpi per la miglior interpretazione femminile. Qui tutti i vincitori della 73ma Mostra del Cinema di Venezia

di Letizia Lara Lombardi 10/09/2016
Stampa

Nei giorni scorsi sono stati assegnati i premi della Giornate degli Autori e della Settimana della Critica, stasera invece verranno premiate le altre categorie.

Vi siete persi qualcosa? Potete recuperare tutto nella nostra sezione dedicata alla Mostra.

La giuria, quest’anno presieduta dal regista Sam Mendes, composta da Laurie Anderson, Gemma Arterton, Giancarlo De Cataldo, Nina Hoss, Chiara Mastroianni, Joshua Oppenheimer, Lorenzo Vigas e Zhao Wei, ha selezionato i vincitori della 73esima Mostra del Cinema di Venezia.

La Giuria della sezione Venezia Classici è stata presieduta, invece, da Roberto Andò. Mentre la Giuria internazionale della sezione Orizzonti è stata presieduta da Robert Guédiguian.

Leggi anche Venezia 73: com’è stato il Festival? Promossi, bocciati e pronostici

Qui di seguito tutti i risultati della premiazione (qui la gallery dei vincitori):

Leone d’Oro
The Woman Who Left (Ang babaeng humayo) di Lav Diaz

Leone d’Argento Gran Premio della Giuria
Animali notturni (Nocturnal Animals) di Tom Ford

Leone d’Argento alla Migliore Regia
ex aequo Amat Escalante per La región salvaje e Andrei Konchalovsky per Paradise

Coppa Volpi per la miglior interpretazione maschile
Oscar Martínez per El ciudadano ilustre di Mariano Cohn, Gastón Duprat

Coppa Volpi per la miglior interpretazione femminile
Emma Stone per La La Land di Damien Chazelle

Premio Miglior Sceneggiatura
Noah Oppenheim per Jackie di Pablo Larraín

Premio Speciale della Giuria Venezia 73
The Bad Batch di Ana Lily Amirpour

Premio Marcello Mastroianni a un giovane attore o attrice emergente
Paula Beer per Frantz di François Ozon

Miglior documentario sul cinema (Venezia Classici)
Le concours di Claire Simon

Miglior classico restaurato (Venezia Classici)
Break Up – L’uomo dei cinque palloni di Marco Ferreri

Leone del Futuro – Miglior Opera Prima Luigi de Laurentis
Akher Wahed Fina (The Last of Us) di Ala Eddine Slim

Premio Miglior Cortometraggio (sezione Orizzonti)
La voz perdida di Marcelo Martinessi

Premio Miglior Sceneggiatura (sezione Orizzonti)
Ku Qjan per Bitter Money di Wang Bing

Premio Miglior Interpretazione maschile (sezione Orizzonti)
Nuno Lopes in São Jorge di Marco Martins

Premio Miglior Interpretazione femminile (sezione Orizzonti)
Ruth Díaz in Tarde para la ira di Raúl Arévalo

Premio Speciale della Giuria (sezione Orizzonti)
Big Big World (Koca Dünya) di Reha Erdem

Miglior Regia (sezione Orizzonti)
Fien Troch regista di Home

Miglior Film (sezione Orizzonti)
Liberami di Federica Di Giacomo

Premio Jaeger-LeCoultre Glory to the Filmmaker
Amir Naderi, regista di Monte

Persol Tribute To Visionary Talent Award
Liev Schreiber

Leone d’oro alla carriera
Jean-Paul Belmondo e Jerzy Skolimowski

© RIPRODUZIONE RISERVATA
News
AGGIUNGI COMMENTO