MovieLife

Woody Allen: «I miei 4 film italiani preferiti»

Per festeggiare l’uscita americana di To Rome With Love, il regista stila la sua Top 4
-20/06/2012
Woody Allen: «I miei 4 film italiani preferiti»

Proprio quando il suo film “italiano” (parliamo di To Rome With Love) sta per debuttare nelle sale statunitensi, Woody Allen sulle pagine del New York Times stila la Top 4 dei film made in Italy che hanno segnato la sua vita e la sua carriera. E confessa come Vittorio De Sica (in assoluto il suo preferito), Michelangelo Antonioni e Federico Fellini siano stati per lui un’importante fonte d’ispirazione e abbiano segnato il suo imprinting di spettatore.

Al primo posto dei suoi Oscar italiani troviamo Ladri di biciclette. «Uscì quando ero ragazzino. Sembra un film così semplice, a prima vista… Mi impressionò profondamente, anche perché non ha difetti. Ogni parte funziona in modo perfetto». Tanto che lo stesso regista in altre occasioni aveva più volte dichiarato che gli sarebbe piaciuto, almeno una volta, replicare la purezza della pellicola di De Sica.
E sempre De Sica si aggiudica la seconda posizione, con Sciuscià, «il capolavoro che mi era sfuggito e che ho recuperato quando ero più grande, sui trent’anni. Un vero e proprio omaggio alla poesia che si legge nel rapporto tra i due ragazzini».
Sul terzo gradino del podio c’è invece Blow-Up di Antonioni. «Non certo il suo film più bello, ma un’esperienza affascinante anche grazie alla fotografia di Carlo Di Palma (con cui lo stesso Allen ebbe la fortuna di lavorare in molte sue pellicole, ndr) e una storia interessante che ci insegna che la morte è sempre con noi. Un’idea molto importante per me».
Last but not least Amarcord di Fellini. «Nonostante abbia amato molto anche altre sue pellicole, da I vitelloni a La strada e – ovviamente – 8 1/2, questo è quello che potrei rivedere ogni anno e perdermi in quel mondo da cartoon che lui è riuscito a creare».
(Foto: Kikapress)

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
AndreaRocky scrive:

e la vita è bella?

Inserisci un commento

Effettua il login per postare un commento.

Se non sei registrato clicca qui Registrati