speciali

3D, la storia in pillole

Dagli esperimenti degli anni Quaranta alla nouvelle vague di Polar Express e Avatar. Un viaggio nella terza dimensione, tra chicche, cult e curiosità e clip da gustare in vero 3D!
-27/08/2010
3D, la storia in pillole

Best Movie vi regala un viaggio tra le “ere” della terza dimensione, ripercorrendo i film e le tecnologie che hanno fatto storia e scuola prima del boom della nouvelle vague stereoscopica nata con Polar Express ed esplosa con il fenomeno Avatar.

Sapevate che Le pornohostess in super 3D del 1969 è uno dei più grandi successi commerciali di tutti i tempi (in termini di spesa/profitto: costata 100 mila dollari, la pellicola ne ha incassati 30 milioni)? Oppure che i primi esperimenti 3D risalgono all’Ottocento? E che può capitarvi di ritrovare gli ultimi esemplari di quell’antica tecnologia sulle bancarelle di souvenir delle città d’arte? In questo speciale vi sveliamo queste e tante altre curiosità sulla tecnologia che ha stregato il regista di Avatar, James Cameron, e il CEO DreamWorks  Jeffrey Katzenberg e che in un paio d’anni ha invaso le sale cinematografiche di tutto il mondo con una valanga di film, di cui vi mostriamo clip in vero 3D

Inoltre, vi spieghiamo, con esempi e pareri autorevoli, che differenza c’è tra 3D nativo e convertito e quali sono stati gli step che ci hanno potuto regalare i voli tridimensionali di Sam Worthington in groppa a un Banshee tra i cieli di Pandora…  Il genere erotico, come vi abbiamo anticipato, spopola tra gli anni Sessanta e Settanta, mentre nel ventennio successivo assistiamo a una quasi totale immersione nell’horror, dove le major investono soprattutto nei nuovi episodi di saghe consolidate come Venerdì 13, weekend di terrore o Lo squalo 3 3D. Non manca anche qualche sorpresa made in Italy, che spopola in America, senza trovare però spazio nel Bel Paese, come il western Comin’ at Ya!. Senza dimenticare che il 3D è stato anche la chiave di volta di tante carriere come nel 1953 quella di Vincent Price (nel remake de La maschera di cera) o, più recentemente, o nel 1982 quella di Demi Moore in Mutanti… Tra il 2009 e il 2010, il 3D ha fatto il botto: gli stessi film, presentati sia in sale 2D sia in sale 3D hanno assistito via via alla crescente propensione del pubblico verso la terza dimensione. Dal 43% di incassi italiani 3D sul totale di Viaggio al centro della Terra (uscito il 16 gennaio 2009) si è passati all’87% di Piovono polpette (uscito il 18 dicembre 2009)… Il viaggio, quindi, si conclude con i successi tridimensionali di ultima generazione, come Alice in Wonderland, con una sbirciatina al futuro verso Harry Potter e i doni della morte, Thor e Capitan America

Spaziando tra un’epoca e l’altra, vi raccontiamo anche le evoluzioni della tecnologia, dai primi stereoscopi ai più sofisticati occhialini XpanD

Il viaggio è accompagnato da clip in 3D, che potete vedere con gli occhialini blu e rossi… e Best Movie vi spiega come costruirveli!

Lo speciale è diviso in capitoli:

3D, la storia in pillole – Dagli esordi al boom degli anni Cinquanta (con clip in 3D)

3D, la storia in pillole – Gli anni anni Sessanta e Settanta

3D, la storia in pillole – Gli anni anni Ottanta (con clip in 3D)

3D, la storia in pillole – Gli anni anni Duemila (con clip in 3D)

Per iniziare, gustatevi questi brevi video (in inglese) pubblicati su YouTube, che mostrano le principali tappe di questa storia, e che si concludono con qualche interessante clip in vero 3D (da vedere con gli occhiali). Tra le altre, il remake della “veduta” del 1895 dei Lumiere, L’Arrivée du Train, in versione anaglifica 3D:




© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento, inseriscilo tu per primo per “3D, la storia in pillole”

Inserisci un commento

Effettua il login per postare un commento.

Se non sei registrato clicca qui Registrati