speciali

Lost: capolavoro o no?

Due analisi del serial cult ideato da J.J. Abrams
-11/06/2010
Lost: capolavoro o no?

Il finale della serie Lost (amato dal 74% dei nostri lettori), ideata da J.J. Abrams, è stato trasmesso in contemporanea mondiale lo scorso 24 maggio. Ma le avventure di Jack & Company continuano a infiammare il dibattito in Rete.

I fan si dividono tra entusiasti e delusi…

Fabio Guaglione, il regista del duo Fabio & Fabio che ha realizzato i cortometraggi premiati in tutto il mondo Afterville, Silver Rope ed Eden, da grande appassionato condivide con i lettori di Best Movie la sua analisi “pro”.

Vai al suo speciale Lost: perché è un capolavoro.


Dopo aver letto lo speciale del regista Fabio Guaglione, un nostro lettore, Alfonso Papa, ha risposto punto per punto con interessanti argomentazioni, infiammando il dibattito sulla serie di J.J. Abrams.

Alfonso Papa ha frequentato il master biennale in Tecniche della narrazione presso la scuola Holden di Torino. Tra le altre cose ha collaborato con la casa editrice Einaudi in qualità di lettore e ha lavorato su alcuni set cinematografici, tra cui Radiofreccia di Luciano Ligabue e Un amore di Gianluca Tavarelli. Dal 1999 al 2007, prima per l’Associazione Cinema Giovani e poi per il Museo Nazionale del Cinema, si è occupato dell’organizzazione del Torino Film Festival. Attualmente lavora in qualità di production manager per la Film Commission Torino Piemonte. Lo scorso marzo era tra i giurati della manifestazione cinematografica Piemonte Movie 2010.

Vai al suo speciale Lost: perché NON è un capolavoro.

Ora, dite la vostra, con un commento!

Per conoscere tutto di Lost:

Guarda il video delle domande irrisolte
Guarda la classifica delle scene cult
Leggi il finale di Lost.
Scrivi il tuo finale alternativo.
Guarda la photogallery di Lost
Guarda i video dei fan
Leggi la guida a Lost

(Foto ABC via Getty Images)

© RIPRODUZIONE RISERVATA
megajoe scrive:

Ho letto entrambe le recensioni e devo dire che quella di Alfonso Papa mi sembra troppo pretestuosa. Su alcuni punti sono d’accordo ma lui avrebbe avuto il telefilm “perfetto”. Se così fosse stato probabilmente il lavoro degli sceneggiatori tv sarebbe definitivamente finito perchè qualsiasi cosa dopo LOST sarebbe stata inutile, insignificante!
Ho visto centinaia di films, letto altrettanto libri ma non sono riuscito ancora a trovare quella “perfezione” che fa di LOST un prodotto non valido.
Ad un certo punto nomina IL SIGNORE DEGLI ANELLI… un capolavoro della letteratura, ma pensandoci bene anche li ci sono delle lacune e delle cose rimaste oscure (una su tutte l’intero capitolo dedicato a Tom Bombadil), ma questo non cambia la natura della storia e della grande opera che è!
Mi chiedo: ma perchè il finale di LOST viene visto solo nella parte della reunion nella Chiesa? E se il vero finale fosse quello dell’Isola? Il cattivo viene sconfitto, un eroe si sacrifica per salvare il mondo e vissero tutti felici e contenti! Fra l’altro quello che vediamo nella chiesa è un “dopo” degli eventi vissuti sull’isola, un contorno in cui si vuole dare un messaggio (che ogni spettatore recepirà in base alle proprie esperienze personali).
Enigmi irrisolti? tanti e pochi perchè anche se non viene detto esplicitamente ci sono molti indizi che portano a delle conclusioni (anche se spesso molto personali).
Per una volta abbiamo visto uno “show” e non lo abbiamo soltanto “subito” ma ne abbiamo fatto parte, affezionandoci ai personaggi (un mio amico ha pianto per la morte di Juliette), e scoprendo (e intuendo) insieme a loro gli innumerevoli misteri che l’Isola porta con se. LOST ha fatto in modo di risvegliare la nostra fantasia, ci ha dato la possibilità di partecipare attivamente alla sua evoluzione (infatti siamo ancora qui a parlarne) e non essere solo passivi fruitori di ciò che ci “impongo” altri.
Ovviamente questo è un mio pensiero, la mia chiave di lettura. Il finale mi è piaciuto perchè in stile LOST e perchè mi è piaciuto LOST e, in qualunque modo si fosse conclusa questa avventura, nessun finale bello o brutto che sia, potrà cancellare l’esperienza che ho “vissuto”. Per questo, come tante altre opere anche se in modo diverso, LOST è un capolavoro.

Ben25 scrive:

Lost:capolavoro o no? La verità è che qui si sta facendo politica! Non esiste una risposta univoca che vada bene per tutti,come non esisterà mai un opera con un finale che metta tutti d’accordo! I finali possibili erano infiniti come pure le reazioni degli spettatori e io sono più che certo che qualunque fosse stato il finale sarebbero nati comunque schieramenti in disaccordo sulla validità della serie…Dal mio punto di vista Lost è la miglior serie tv che sia mai stata creata ma questo non significa che lo difenda a spada tratta,in realtà considero valide (e non) le argomentazioni esposte da Guaglione tanto quanto quelle di Papa;il primo ama così profondamente la serie da riuscire a dare una spiegazione per ogni “incongruenza” mentre il secondo ne è stato così deluso da usare ogni espediente per demolirlo.Dunque come spesso accade nelle contese la verità risiede nel mezzo! è semplicemente una questione di gusti,se una cosa non piace si troveranno infinite argomentazioni per sostenere la propria tesi e viceversa.Come disse il saggio “De gustibus non disputandum est” e come contraddirlo?
Ad ogni modo vorrei dire a coloro che sono rimasti delusi da Lost di non prendersela troppo con gli autori perchè sono umani e come tali possono commettere degli errori e in questo dobbiamo compatirli perchè sono sicuro che un successo di tali proporzioni non se lo aspettava nessuno.Se Michelangelo,nel dipingere la Cappella Sistina avesse avuto milioni di spettatori a seguire ogni singola pennellata sono sicuro (non me ne voglia il Maestro) che avrebbe commesso anche lui qualche errore. Lungi dal paragonare una tale meraviglia a una semplice serie tv chiudo ricordando la cosa che più conta e che è assolutamente indiscutibile ovvero che l’isola in un modo o nell’altro ci ha presi e legati alla sua magia per 6 anni durante i quali avremmo potuto fare qualunque altra cosa e invece abbiamo scelto di immergerci in essa per tutti i minuti,di tutte le puntate (anche l’ultima) di tutte le serie, e in cambio abbiamo avuto sensazioni forti sia positive che negative ed è questo ciò che conta…E forse non è tanto importante come va a finire ma il percorso che abbiamo fatto per arrivare fin qui…a tutti voi Namastè e buona fortuna! See ya in another life,brothas!

tati87 scrive:

secondo me è inutile cercare di dare una risposta a questa domanda…..per chi come me ama lost è indubbiamente un capolavoro….non si può avere l’unanimità su questa questione….anche durante il telefilm festival c’è stata una discussione organizzata ad hoc che poneva proprio questo dilemma: “lost, capolavoro o boiata pazzesca?”… e indovinate un po’, non ne siamo venuti a capo….
indiscutibilmente, per me, è un capolavoro, perché ha saputo creare un modo diverso di raccontare una storia (flashbacks, flashforwards, flashsideways), regalando allo spettatore un mondo fatto di misteri ed enigmi, che, lo ammetto, non sempre si prestano all’immediata comprensione, ma che ha comunque tenuti incollati al video milioni di spettatori in tutto il mondo per 6 anni…e continuerà a farlo, perché, su questo non c’è dubbio, lost ha cambiato il mondo dei telefilm (non a caso, molti nuovi telefilm vengono innalzati sul piedistallo come eredi di lost, ma poi si concludono in un nulla di fatto: flashforard nello specifico)….
if anything goes wrong, LOST will be my constant!

AndreaRocky scrive:

lost? una furbata, e la gente ci è cascata… purtroppo il mondo è così…

Inserisci un commento

Effettua il login per postare un commento.

Se non sei registrato clicca qui Registrati