George R.R. Martin Game of Thrones

George R.R. Martin, il noto autore dei romanzi de Il Trono di Spade, ha confermato di recente che la serie letteraria a lui riconducibile presenterà un finale diverso rispetto alla serie tv conclusasi nel 2019.

L’epilogo della serie, sicuramente controverso, ha lasciato deluse legioni di fan del serial fantasy di HBO continuando ad alimentare controversie e discussioni, ma la buona notizia è che la creatura letteraria di Martin potrebbe presto risarcire i lettori e gli amanti di questa storia con una fine differente. Anche Martin in persona, dopotutto, non ha mai nascosto che avrebbe voluto lui stesso che il sipario si chiudesse sulla serie in modo decisamente diverso, e ora che è immerso nella scrittura del sospirato sesto romanzo della serie ne ha parlato con la WTTW di Chicago.

Martin, tra le altre cose, non si aspettava assolutamente di essere raggiunto dalla serie con questa velocità, visto che la prima stagione è uscita su HBO nel 2011, quando lui stava scrivendo il quinto libro: «Il mio problema più grande l’ho avuto quando hanno iniziato quella serie, visto che avevo già quattro libri in stampa ed il quinto è uscito proprio quando la serie stava partendo, nel 2011 – dice Martin – Ho avuto un vantaggio di cinque libri, e stiamo parlando di libri giganteschi! Non pensavo che mi avrebbero raggiunto in così poco tempo, ma lo hanno fatto».

«Ciò ha fatto sì che fosse un po’ strano, perché in quel momento la serie era davanti a me e stava andando in direzioni un po’ differenti da quelle che avevo in mente – aggiunge lo scrittore americano – Sto ancora lavorando al libro. Scoprirete il mio finale quando uscirà!».

Il sesto romanzo della serie, The Winds of Winter, non ha ancora una data d’uscita, e Martin aveva dichiarato che ci erano voluti sei anni a scrivere A Dance with Dragons, quinto romanzo del ciclo. 


A chi non vede l’ora di veder proseguire le vicende de Il Trono di Spade sul piccolo schermo, ricordiamo che la serie ha generato diversi spin-off attualmente in lavorazione. Il primo ad approdare su HBO sarà il prequel House of the Dragon, che seguirà gli eventi raccontati da Fire & Blood, libro di George R.R. Martin dedicato alla storia della Casa dei Draghi.

Nel cast troviamo anche Olivia Cooke come Alicent Hightower, figlia di Otto Hightower e donna più avvenente dei Sette Regni. Allevata nella Fortezza Rossa accanto al re e alla sua cerchia più stretta, può vantare sia una grazia cortese che un certo acume politico. Ad interpretare suo padre sarà invece Rhys Ifans. Tra gli altri nomi, Paddy Considine nei panni di Viserys I Targaryen, Emma D’Arcy in quelli di Rhaenyra Targaryen, Matt Smith nel ruolo di Daemon Targaryen, Steve Toussaint come Corlys Velaryon, Eve Best nelle vesti di Rhaenys Velaryon, Sonoya Mizuno che sarà Mysaria, Fabien Frankel nel ruolo di Criston Cole ed infine Graham McTavish, che interpreterà un personaggio ancora avvolto dal mistero.

Composta da dieci episodi e diretta da Miguel Sapochnik, già regista di diverse puntate de Il Trono di Spade, la prima stagione sarà ambientata 300 anni prima della serie madre e ripercorrerà tutte le tappe più importanti dell’ascesa al potere della dinastia Targaryen, divenuta poi la più potente di Westeros.

Fonte: ComicBook

Foto: Getty (Jeff Kravitz/FilmMagic for HBO); MovieStillsDB

Leggi anche: Il Trono di Spade: gli Stark nascondevano uno sconcertante segreto? Sì, secondo una macabra teoria

© RIPRODUZIONE RISERVATA