I Simpson Michael jackson

Leaving Neverland, documentario incentrato su 2 uomini che sostengono di essere stati sessualmente molestati da Michael Jackson quando erano bambini, sta continuando a suscitare grandi controversie e discussioni. Ieri vi abbiamo rivelato che il film ha lasciato così tanti spettatori sotto shock da costringere diverse emittenti radio a bandire le canzoni dell’artista, e adesso, a prendere un provvedimento sono addirittura i Simpson: secondo quanto svelano diversi report dall’estero, infatti, la serie animata avrebbe deciso di rimuovere l’episodio Stark Raving Dad (terza stagione), in quanto include la partecipazione come doppiatore di Michael.

La decisione è stata presa dal produttore esecutivo James L. Brooks, dal creatore della serie Matt Groening e dallo showrunner Al Jean. Stark Raving Dad non sparirà nel corso della notte, ma il piano è di toglierlo dalle repliche televisive, dai servizi di streaming e persino dalle future edizioni home video. Brooks è consapevole che la sua decisione farà arrabbiare numerosi fan di Michael Jackson, ma rimane convinto che sia la scelta più giusta dopo aver visto Leaving Neverland.

Nel corso della sua carriera, ricordiamo che il cantante di Thriller e Bad è stato accusato di molestie sessuali su bambini numerose volte, ma non è mai stato condannato. Nonostante molte persone sembrano essere rimaste molto colpite dal documentario di Dan Reed, tanti sono i fan che continuano a difendere a spada tratta il loro beniamino, e gli stessi eredi del musicista hanno definito l’attuale situazione come un gravissimo «linciaggio pubblico». Leaving Neverland è stato mandato in onda negli States e in Gran Bretagna pochi giorni fa, e prossimamente arriverà in diversi altri paesi come la Germania, la Spagna, la Norvegia, Israele e Nuova Zelanda.

Fonte: SR

© RIPRODUZIONE RISERVATA