Il Trono di Spade

Di teorie scioccanti su Il Trono di Spade ne abbiamo sentite tante, ma probabilmente quella che riportiamo di seguito è una delle più ardite. Stando a una fan theory circolata in passato, infatti, gli Stark potrebbero essere imparentati niente di meno che con gli Estranei, l’armata di simil-zombi.

Gli indizi? Molti arrivano dai romanzi originali di George R.R. Martin. Qui, si racconta che gli Stark abbiano avuto origine da Brandon il Costruttore, un eroe che dopo aver battuto gli Estranei assieme ai Primi Uomini e ai Figli della Foresta, ha deciso di ergere il Muro e di costruire Grande Inverno, la casa degli Stark.

Successivamente, uno degli eredi di Brandon noto come Il Re della Notte (un personaggio separato da quello della serie) divenne il leader dopo aver preso il potere dal 13esimo Lord Comandante; tutto bene fino a qui, ma la cosa intrigante è che la leggenda narra che il nostro avesse una moglie «la cui pelle era bianca come la luna e gli occhi come stelle blu»: una descrizione, questa, che parrebbe proprio calzare a pennello un’Estranea, piuttosto che le tipiche donne nordiche!

Durante il loro regno, marito e moglie avrebbe più volte fatto dei sacrifici agli Estranei, e per questo motivo, i due sarebbero stati infine uccisi dagli altri Stark. È qui che subentra la teoria, secondo cui Brandon il Costruttore avrebbe sì ucciso il suo discendente e la sua moglie Estranea, ma non sarebbe riuscito a fare la medesima cosa con loro figlio, il quale ha quindi deciso di crescere segretamente come fosse suo. Che cosa significa questo? Beh, semplicemente, che gli Stark nati successivamente da questo bambino avrebbero dalla loro del sangue di Estranei!

Secondo la fan theory, questo spiegherebbe diverse cose della serie, ad esempio il motivo per cui gli Stark sembrano sopportare così bene il freddo, come se in qualche modo ne fossero rafforzati. In aggiunta, metterebbe Jon Snow in una posizione molto molto speciale, in quanto sarebbe l’unico personaggio di tutto lo show ad avere dalla sua il sangue degli Stark, degli Erranti e dei Targaryen: insomma, più prescelto di così si muore! Non scordiamoci, poi, che quelli di Game of Thrones amano le storie di “padri che crescono segretamente figli altrui”, e pensiamo alle origini dello stesso Snow…

Che ne pensate di questa teoria? Che possa esserci un fondo di verità, oppure siamo dalle parti della pura fan fiction? 


A chi non vede l’ora di veder proseguire le vicende de Il Trono di Spade sul piccolo schermo, ricordiamo che la serie ha generato diversi spin-off attualmente in lavorazione. Il primo ad approdare su HBO sarà il prequel House of the Dragon, che seguirà gli eventi raccontati da Fire & Blood, libro di George R.R. Martin dedicato alla storia della Casa dei Draghi.

Nel cast troviamo anche Olivia Cooke come Alicent Hightower, figlia di Otto Hightower e donna più avvenente dei Sette Regni. Allevata nella Fortezza Rossa accanto al re e alla sua cerchia più stretta, può vantare sia una grazia cortese che un certo acume politico. Ad interpretare suo padre sarà invece Rhys Ifans. Tra gli altri nomi, Paddy Considine nei panni di Viserys I Targaryen, Emma D’Arcy in quelli di Rhaenyra Targaryen, Matt Smith nel ruolo di Daemon Targaryen, Steve Toussaint come Corlys Velaryon, Eve Best nelle vesti di Rhaenys Velaryon, Sonoya Mizuno che sarà Mysaria, Fabien Frankel nel ruolo di Criston Cole ed infine Graham McTavish, che interpreterà un personaggio ancora avvolto dal mistero.

Composta da dieci episodi e diretta da Miguel Sapochnik, già regista di diverse puntate de Il Trono di Spade, la prima stagione sarà ambientata 300 anni prima della serie madre e ripercorrerà tutte le tappe più importanti dell’ascesa al potere della dinastia Targaryen, divenuta poi la più potente di Westeros.

Foto: HBO

Fonte: SR

© RIPRODUZIONE RISERVATA