Dopo aver riflettuto sul misterioso casting di Owen Wilson e sulla possibilità che l’attore possa prestare il volto proprio al villain Kang il Conquistatore, torniamo a parlare di Loki in occasione di alcune interessanti rivelazioni, relative ai nuovi personaggi, che affiancheranno il protagonista Tom Hiddleston nello show.

I dettagli arrivano dal sito The Illuminerdi, che sarebbe entrato in possesso delle descrizioni di quattro new entry provenienti dai casting call. Ve le riportiamo qui di seguito:

Protagonista MaschileNessuna età specificata. Si cerca un nome di talento e con un certo senso dell’umorismo. Questo ruolo avrà delle opzioni per apparire in altre serie tv e film. Il ruolo è richiesto per 5 o 6 episodi.

Personaggio Femminile 2Si cerca un’attrice di età compresa tra i 30 e i 50 anni. Ruolo aperto ad ogni etnia. Richiesto per 6 episodi.

CaseyRuolo aperto ad ogni etnia o genere. Casey è un/una tirocinante dal buon carattere, ma completamente esausto/a. Estremamente piacevole e con grandi capacità comiche. L’intera carriera di Casey si è svolta al chiuso e ha sempre seguito rigorosamente le indicazioni ricevute anche quando le cose sono andate fuori controllo. Un personaggio secondario richiesto per 4 episodi.

JohnMaschio. Aperto a tutte le etnie di età compresa tra i 27 e i 36 anni. Soldato controverso e combattivo con dei conti in sospeso. Presuntuoso e inquietante. Ruolo di supporto, richiesto per 4 episodi.

Mentre alcuni personaggi sembrano non suggerire molto sulla trama, altri, come ad esempio il/la tirocinante Casey, potrebbero essere legati alla già citata Time Variance Authority, ovvero l’organizzazione che nei fumetti si occupa di monitorare la stabilità delle varie linee temporali.

E considerando che Loki, a giudicare dal primo spot, sembrerebbe essere stato arrestato proprio dalla TVA, la presenza di questo personaggio per ben quattro episodi potrebbe indicare che il Dio dell’Inganno passerà gran parte del tempo in prigione, o comunque nella loro sede.

O magari, alla fine si ritroverà a dover collaborare con l’organizzazione per via di una qualche minaccia ben più grande. Insomma, le ipotesi sono molteplici. Voi cosa ne pensate?

© RIPRODUZIONE RISERVATA