Homelander The Boys

Lo scorso 14 novembre, i sostenitori di Donald Trump si sono radunati sulla Pennslyvania Avenue di Washington per sostenere la rielezione del tycoon alla Presidenza degli Stati Uniti (Trump formalmente è però ancora presidente, visto che l’insediamento del suo successore Joe Biden avverrà soltanto il prossimo 20 gennaio).

Durante la Million MAGA March (dove l’acronimo sta per “Make America Great Again”, noto slogan di Trump), i presenti radunatisi hanno marciato davanti al John A. Wilson Building, sede ufficiale del municipio di Washington. Hanno manifestato con bandiere americane, poster con scritto “America First” e, nella folla colma di simboli a stelle e strisce, c’era anche una persona vestita da Homelander, uno dei protagonisti della nota serie tv di Amazon The Boys (gli spettatori e i lettori italiani lo conosceranno meglio col nome di Patriota), con indosso una maschera di Trump.

Lo showrunner Eric Kripke, l’attore Antony Starr, interprete proprio di Homelander, e il co-creatore della serie a fumetti di The Boys, Darick Robertson, si sono ritrovati incredibilmente confusi e spiazzati dall’utilizzo di Homelander nella protesta e ci hanno tenuto a chiarire ai fan su Twitter che Homelander è il cattivo.

Kripke ha pubblicato la foto del raduno che ritrae il manifestante in questione con la didascalia: «Um…stanno davvero guardando lo show?». Ha anche taggato Antony Starr, la cui risposta non si è fatta attendere (ecco i tweet).

The Boys era, in origine un fumetto creato da Garth Ennis e dallo stesso Darick Robertson. Nello show, le cui due stagioni sono disponibili su Amazon Prime Video, così come nelle tavole, il personaggio di Homelander crea caos, non giustizia. È, in qualche modo, una rivisitazione distorta di Superman, che usa i suoi poteri colossali per ottenere il favore e l’apprezzamento di chi gli gravita intorno e controllare gli altri, piuttosto che maneggiarli per rendere l’umanità un posto migliore. Se non riesce a ottenere ciò che vuole, spesso ricorre all’omicidio, ancora e ancora. Le derive del suo pensiero, ad ogni modo, vengono spesso definite populiste. 

Anche il co-creatore di The Boys Darick Robertson si è accorto dell’uso di Homelander nella protesta e ha risposto su Twitter. «Questi doofus non capiscono nemmeno che ‘Homelander’ è il cattivo», ha scritto.

E voi, cosa ne pensate di questa polemica? Fatecelo sapere, come sempre, nei commenti.

Fonte: CBR.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA