La seconda stagione di Star Wars: The Mandalorian sta per terminare e tante sono state le sorprese dell’ultimo episodio, Capitolo 14: The Tragedy, diretto dal regista di Sin City Robert Rodriguez. Per esempio, che Baby Yoda può usare un potere speciale legato alla Forza che ci ricorda da vicino le abilità di Darth Vader.

Facciamo un passo indietro per ricordare la trama del Capitolo 14. Dopo aver portato Grogu (il nome ufficiale di Baby Yoda) alle rovine di un tempio jedi che ha un grande legame con la Forza, come aveva suggerito Ahsoka, Mando incontra Boba Fett e Fennec Shand, che accettano di aiutare a proteggere Grogu se Mando restituirà a Boba la sua armatura. Il trio quindi si allea ma, nella lotta contro alcuni stormtroopers, perde comunque il Bambino. Grogu infatti viene preso e consegnato a Moff Gideon, che lo rinchiude in una cella. E proprio qui Baby Yoda dimostra i suoi poteri.

Grogu infatti mette a tappeto due stormtrooper usando la classica tecnica del soffocamento tramite la Forza spesso usata da Darth Vader. Non contento, finisce anche per sbatterli contro il muro. Purtroppo, però, questo uso della Forza è troppo intenso per il piccolo Grogu, che finisce per addormentarsi e resta nelle mani di Moff Gideon, stupito dalle sue abilità.

I fan hanno accolto con tenerezza questo piccolo rimando a Darth Vader arrivato, per coincidenza, proprio nella settimana in cui è scomparso David Prowse, l’attore che l’interpretato nella prima trilogia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA