Monica Rambeau

La sceneggiatrice, showrunner e produttrice esecutiva di WandaVision Jac Schaeffer e l’attrice Teyonah Parris, interprete del personaggio di Monica Rambeau, sono intervenute di recente al podcast The Awardist di Entertainment Weekly, soffermandosi su un aspetto della serie Marvel che non abbiamo visto sviluppato nel prodotto finito ma che era nei piani iniziali del serial che ha inaugurato la Fase 4 del Marvel Cinematic Universe

Schaeffer, nello specifico, ha rivelato che stando alle idee iniziali di scrittura Monica avrebbe dovuto avere un terapista impegnato a seguirla. La donna, come i fan della Marvel ricorderanno, in WandaVision è tornata in vita dopo il Blip, il letale schiocco di dita di Thanos, scoprendo che sua madre Maria Rambeau (Lashana Lynch) è morta di cancro nei cinque anni precedenti in cui lei era sparita dalla faccia della Terra. 

Prima di sostenere Darcy Lewis (Kat Dennings) e Jimmy Woo (Randall Park) per far sì che la cittadina di WestView potesse sfuggire al controllo di Scarlet Witch, il personaggio avrebbe infatti dovuto fronteggiare il lutto che l’ha investita ed elaborarlo da un punto di vista terapeutico.

«La mia proposta era incentrata sulle cinque fasi del dolore, ma alla fine è risultata un po’ riduttiva – ha detto Jac Schaeffer – Non so se lo sai oppure, Teyonah, ma Monica era seguita da uno psicoterapeuta nel campo base nelle prime versioni (del copione, ndr). Avremmo girato delle scene nelle quali affrontavi la terapia, perché nel team degli sceneggiatori eravamo tutti molto pro-terapia. Pensavamo davvero che questo show potesse parlare della salute mentale. Perciò abbiamo pensato: “Beh, ci serve una terapista’”, ma poi ci siamo resi conto del fatto che non ci sarebbe abbastanza tempo per far seguire a Monica tutte le sedute».

L’appuntamento delle serie Marvel con la psicoterapia era evidentemente però solo rimandato, visto che a tal proposito in The Falcon and the Winter Soldier, per quel che riguarda l’arco narrativo del personaggio di Bucky Barnes/Soldato d’Inverno interpretato da Sebastian Stan, ha trovato posto più di una scena dedicata. 

WandaVision si è conclusa il mese scorso su Disney+ con l’ultimo episodio e la serie con Wanda Maximoff/Scarlet Witch (Elizabeth Olsen) e Visione (Paul Bettany) avrà degli strascichi che confluiranno nel prossimo Doctor Strange In The Multiverse of Madness di Sam Raimi, cinecomic nel quale tornerà proprio il personaggio di Wanda.

Nel cast di WandaVision hanno trovato posto anche Kathryn Hahn (Agatha Harkness), Kat Dennings (Darcy Lewis), Randall Park (Jimmy Woo), Evan Peters (Pietro Maximoff/Quicksilver) e Josh Stamber (Direttore Tyler Hayward).

Foto: MovieStillsDB

Fonte: EW (via The Direct)

Leggi anche: Doctor Strange: in verità, l’assenza dell’eroe da WandaVision ha fatto bene alla serie

© RIPRODUZIONE RISERVATA