La tenerezza vince ai Nastri d'argento 2017

Ha fatto il pieno di Nastri d’argento La tenerezza di Gianni Amelio, che ha trionfato come miglior film ma anche nelle categorie regia, fotografia (Luca Bigazzi) e attore protagonista, dove il bravissimo e intenso Renato Carpentieri ha sbaragliato la concorrenza.

Ma ancor più ricco è stato il bottino di Indivisibili di Edoardo De Angelis, che ha agguantato ben cinque statuette portando così a compimento un’accoglienza di critica estremamente positiva. Tra gli altri premi votati dai giornalisti cinematografici italiani spiccano anche il riconoscimento a L’ora legale di Ficarra e Picone, miglior commedia dell’anno, e a I figli della notte di Andrea De Sica, vincitore come miglior esordiente.

Jasmine Trinca, dopo la vittoria come miglior interprete nella sezione Un Certain Regard dell’ultimo Festival di Cannes, si è imposta come miglior attrice protagonista per Fortunata di Sergio Castellitto, vincitore di tre Nastri complessivi (a due si sono fermati Fai bei sogni, L’ora legale e Sicilian Ghost Story). Alessandro Borghi, prossimo “madrino” della Mostra del cinema di Venezia, vince come miglior attore non protagonista (anche lui per Fortunata, ma anche per l’opera prima di Michele Vannucci Il più grande sogno). Clamoroso e piuttosto inedito, invece, il verdetto per la miglior attrice non protagonista, dove si è registrato un ex-aequo tra Sabrina Ferilli (Omicidio all’italiana di Maccio Capatonda) e Carla Signoris (Lasciati andare di Francesco Amato).

Monica Bellucci, che ha attirato su di sé i riflettori dell’edizione 2017, ha ricevuto il Nastro d’argento europeo per On the milky road – Sulla via lattea di Emir Kusturiça.

Ecco l’elenco completo dei premi assegnati.

Miglior Film

La tenerezza di Gianni Amelio

Miglior regista
Gianni Amelio per La tenerezza

Miglior regista esordiente
Andrea De Sica per I figli della notte

Miglior commedia
L’ora legale di Ficarra e Picone

Miglior produttore
Attilio De Razza per L’ora legale e Pier Paolo Verga per Indivisibili

Miglior soggetto
Nicola Guaglianone per Indivisibili

Migliore sceneggiatura
Francesco Bruni per Tutto quello che vuoi

Migliore attore protagonista
Renato Carpentieri per La tenerezza

Migliore attrice protagonista
Jasmine Trinca per Fortunata

Migliore attore non protagonista
Alessandro Borghi per Fortunata e Il più grande sogno

Migliore attrice non protagonista
Sabrina Ferilli per Omicidio all’italiana e Carla Signoris per Lasciati andare

Migliore fotografia
Luca Bigazzi per La tenerezza e Tutto quello che vuoi

Migliore scenografia
Marco Dentici per Fai bei sogni e Sicilian Ghost Story

Migliori costumi
Massimo Cantini Parrini per Indivisibili

Migliore montaggio
Francesca Calvelli per Fai bei sogni

Migliore sonoro in presa diretta
Alessandro Rolla per Fortunata

Migliore colonna sonora
Enzo Avitabile per Indivisbili

Migliore canzone originale
Abbi pietà di noi di Enzo Avitabile per Indivisibili

Opera dell’anno
The Young Pope di Paolo Sorrentino

Nastro d’argento alla carriera
Roberto Faenza per La verità sta in cielo

Nastro d’argento europeo
Monica Bellucci per On The Milky Road – Sulla via Lattea

Nastro d’argento Speciale
Giuliano Montaldo per Tutto quello che vuoi

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Vai al Film