Pubblichiamo un estratto di un articolo pubblicato da Box Office, quindicinale specializzato nel mondo del cinema e il suo business, edito da Editoriale Duesse.

Avatar ha aperto e Benvenuti al Sud ha idealmente chiuso la stagione cinematografica 2009- 2010. Partiamo da questi due titoli perché sono stati quelli che più di altri hanno caratterizzato il box office dal dicembre 2009 al novembre 2010. Di Avatar abbiamo già detto e scritto tutto; uscito a gennaio per Fox ha battuto ogni record anche in Italia incassando oltre 65 milioni di euro e totalizzando 7,5 milioni e mezzo di presenze ed esaltando la visione in 3D. Sarà difficile fare meglio in futuro, ma i record sono fatti per essere battuti. Benvenuti al Sud, distribuito da Medusa a inizio ottobre, al 7 di novembre 2010 (ultimo giorno preso in esame per questa classifica), aveva superato i 26 milioni di euro. Un risultato nettamente al di sopra di ogni più rosea aspettativa, che ha lanciato la pellicola di Luca Miniero al terzo posto quanto a incassi e al secondo quanto a presenze con i suoi oltre 4 milioni di biglietti venduti. In mezzo un altro titolo che ha saputo sfruttare l’onda rappresentata dai film tridimensionali; ci riferiamo a Alice in Wonderland, titolo Disney che è riuscito a superare i 30 milioni di euro.

Quella che si è appena conclusa è stata la stagione del cinema italiano che ha segnato indici di crescita notevoli rispetto alla precedente stagione con una quota di mercato di oltre il 30%. Lo dimostra il fatto che ci sono ben nove film nazionali nelle prima venti posizioni. Oltre a Benvenuti al Sud, Natale a Beverly Hills, con oltre 20 milioni di euro; Io loro e Lara di un rilanciato Carlo Verdone (15 milioni di euro); Io & Marilyn con 13 milioni; la sorpresa di Checco Zalone con Cado dalle nubi con oltre 14 milioni, di cui 11 milioni totalizzati nel periodo preso in esame. Appena sotto i 10 milioni Baciami ancora, Maschi contro femmine (ma il film uscito il 27 ottobre ha poi continuato la sua corsa), Genitori & figli e Mine vaganti.

Quella appena conclusa è stata la prima stagione che ha visto una grande continuità di prodotto 3D. Di Avatar ed Alice in Wonderland abbiamno già detto. Non sono mancati altri successi dovuti in larga parte a questa nuova tecnologia, vedi A Christmas Carol o Step Up 3. Qualche segno di stanchezza, però, si è cominciato a sentire in film come Winx Club, Dragon Trainer o Il regno di Ga’Hoole; sarà interessante vedere come il pubblico e il mercato reagiranno alle prossime proposte, fin da Natale, per capire se il 3D potrà essere sempre un valore aggiunto o se è destinato a ridimensionarsi.

Sotto, le prime dieci posizioni della classifica film per incasso (periodo 1 gennaio 2009 – 07 novembre 2010):

  1. Avatar (65.677.144 milioni di euro)
  2. Alice in Wonderland (30.395.720 milioni di euro)
  3. Benvenuti al Sud (26.631.142 milioni di euro)
  4. Natale a Beverly Hills (26.631.142 milioni di euro)
  5. Sherlock Holmes (19.846.342 milioni di euro)
  6. A Christmas Carol (17.075.118 milioni di euro)
  7. Shrek e vissero felici e contenti (17.006.861 milioni di euro)
  8. Eclipse (15.827.698 milioni di euro)
  9. Io, loro e Lara (15.788.992 milioni di euro)
  10. Toy Story 3 – La grande fuga (13.679.463 milioni di euro)

Sotto, la top 100 della classifica film per incasso (periodo 1 gennaio 2009 – 07 novembre 2010):


© RIPRODUZIONE RISERVATA