Estate, è tempo di classifiche: gli attori più pagati, gli scapoli più sexy, e adesso i villain più cattivi della storia del cinema. L’idea è del Times, che ha compilato una “top 50” dei malvagi più spregevoli del grande schermo: quelli che ci hanno fatto saltare sulla poltrona, ma sono entrati nei nostri cuori, alla faccia dei protagonisti senza macchia e senza paura. A guidare la chart è Darth Vader, direttamente da Star Wars, insidiato dal raffinato cannibale Hannibal Lecter de Il silenzio degli innocenti. Medaglia di bronzo per l’avido Henry F. Potter de La vita è meravigliosa (un titolo che non manca mai in qualunque classifica made in Usa), che batte persino lo psicopatico Norman Bates di Psycho, col suo disturbato sdoppiamento di personalità. Seguono, in ordine sparso, l’inquietante conte Orlock di Nosferatu (il film più antico entrato in classifica), alcune icone dell’horror moderno (Michael Meyers da Halloween, il Freddy Krueger di Nightmare, Faccia di cuoio da Non aprite quella porta) e persino un computer: l’HAL 9000 di 2001 Odissea nello spazio. Non mancano neanche le scelte “ironiche”: al 34° posto troviamo il cacciatore che rende orfano Bambi,  al 17° lo squalo che terrorizza i bagnanti nel film di Steven Spielberg, mentre in ricordo della Guerra Fredda guadagna la terzultima posizione Ivan Drago, il pugile russo che incrocia i guantoni («Io ti spiezzo in due») col patriottico Balboa in Rocky IV.

© RIPRODUZIONE RISERVATA