Christopher Nolan, regista del film campione d’incassi Il cavaliere oscuro , ha raccontato in un’intervista al Los Angeles Times (il quale per ora ha pubblicato solo la prima di tre parti dell’intervista), che se avesse tra le mani una grande storia potrebbe anche essere disponibile a realizzare un terzo film sull’uomo pipistrello. Quel che conta per lui è avere fra le mani una storia tale che riesca a coinvolgerlo emotivamente per gli anni necessari alla lavorazione di un nuovo capitolo. Allo stesso tempo si chiede provocatoriamente quanti bei terzi episodi in un franchise siano mai stati fatti… Il regista spiega inoltre come il segreto del suo successo sia dato dal fatto di aver diretto Batman Begins e Il cavaliere oscuro senza pensare a un sequel, ma avendo unicamente in testa l’idea di dare vita a una storia sempre più coinvolgente e ricca di colpi di scena. E a chi ricorda che sul finire di Batman Begins, Jim Gordon mostrava a Batman la carta di Joker annunciando l’imminente arrivo del cattivo, Nolan risponde così: «aveva la sola funzione di eccitare il pubblico che usciva dal cinema, trasmettendo un senso di continuità all’uomo pipistrello. è per questo che alla fine del film è stata fatta apparire la scritta “Batman Begins“».
Se volete leggere l’intervista completa potete andare su http://latimesblogs.latimes.com/herocomplex/2008/10/christopher-nol.html#more.

Pa.Si.

© RIPRODUZIONE RISERVATA