elliot page

L’attore Elliot Page ha rilasciato la prima intervista dopo il coming out dello scorso dicembre, durante la quale ha raccontato alcuni dettagli del percorso che lo ha portato a lasciarsi alle spalle Ellen ed abbracciare appieno la sua vera identità. Lo ha fatto con una confessione a Oprah Winfrey ed Apple Tv, parlando per la prima volta apertamente come Elliot. Alla celebre conduttrice ha raccontato anche di un episodio che risale al 2010, ai tempi di Inception.

Al tempo, il mondo lo conosceva ancora come Ellen Page, candidata all’Oscar per Juno e una delle attrici più promettenti sulla scena. Di pari passo con la sua carriera, però, è cresciuta anche la consapevolezza che fosse arrivato il tempo di cambiare per adeguarsi a come si sentiva veramente dentro, una sensazione che ha confessato di aver avuto sin da bambino. A dicembre 2020 è arrivato l’annuncio della sua identità transgender e la richiesta di essere chiamato, d’ora in poi, Elliot Page. In futuro, continuerà a interpretare ruoli come quello di Vanya nella terza stagione di The Umbrella Academy, ma a cambiare sarà sicuramente come l’attore si presenterà alle première di film e serie.

Non dovrà più rivivere situazioni come quelle accadute in passato, come durante la promozione del film Inception di Christopher Nolan. A Oprah, ha infatti raccontato che prima di una serata il suo manager gli aveva messo davanti alcuni abiti, tutti femminili. Ha dichiarato:

«Pensava davvero di aiutare me e la mia carriera, incoraggiando i vestiti e i tacchi e questo genere di pressione. Ma siamo rientrati in camera e ha detto ‘Ho una sorpresa’. E io avevo già provato il vestito, era già stato scelto ma ora ce n’erano tre nuovi disposti e io… Non ce l’ho fatta più. È stato un momento cinematografico, il tipo di cosa che succede in un film. E quella sera dopo la première sono collassato all’after party. È qualcosa che mi è successo spesso nella mia vita, di solito ha sempre riguardato attacchi di panico»

QUI IL VIDEO CON ALCUNI MOMENTI DELL’INTERVISTA

Elliot ha inoltre parlato della vita negli ultimi mesi, da quando cioè ha iniziato il percorso di cambio sesso ed è stato operato: «Uscire dalla doccia, mettersi l’asciugamano attorno alla vita, guardarsi allo specchio e poter dire ‘Eccomi’. E non sto più avendo quei momenti di panico, quei piccoli momenti che di solito avevo. Già solo indossare una t-shirt, essere in grado di toccarmi il petto e sentirmi a mio agio con il mio corpo, probabilmente per la prima volta».

Foto: Amanda Edwards/WireImage

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA