La lotta, come vi avevamo già preannunciata, sembrava essere tutta lì, tra True Detective e Breaking Bad, nella categoria drama. E invece, a quanto pare, ci sbagliavamo: la vera lotta si è combattuta nella categoria Miglior mini-serie o film per la televisione, che ha visto il trionfo di Sherlock, la serie tv prodotta dalla BBC e che in quanto straniera era stata ampiamente sottovalutata. Benedict Cumberbatch e Martin Freeman si sono aggiudicati il titolo, rispettivamente, di Miglior Attore Protagonista e di Miglior Attore non protagonista (in una mini-serie o film per la televisione). Fargo è stato incoronato miglior mini-serie e The Normal Heart miglior film per la televisione.

Jim Parsons ha vinto il suo quarto Emmy per la sua interpretazione in The Big Bang Theory, mentre Julianna Margulies, di The Good Wife, si è aggiudicata il titolo di Miglior Attrice protagonista in una serie tv drama. Julia Louis-Dreyfus, invece, ha trionfato per il suo ruolo in Veep, che l’ha consacrata Miglior Attrice protagonista in una serie tv comedy. E Allison Janney è diventata una delle poche a vincere un doppio titolo: sia come Attrice non protagonista in una commedia (Mom, della CBS) sia come mglior “guest star” in Masters of Sex.

Ma a trionfare è stato Breaking Bad, con sei vittorie (tra cui Miglior Attore, a Bryan Cranston, e Miglior Attore non protagonista, a Aaron Paul), seguito da True Detective e dal Saturday Night Live con cinque premi ciascuno. Il network che ha vinto di più è stato, come era prevedibile, la HBO, con 19 statuette totali.

Leggi anche: la gallery dei premiati

La lista completa dei vincitori degli Emmy Awards 2014:

Miglior drama
Breaking Bad (Amc)

Miglior comedy
Modern Family (Abc)

Miglior miniserie
Fargo (Fx)

Miglior film-tv
The Normal Heart (Hbo)

Miglior attore protagonista di una serie drama
Bryan Cranston, Breaking Bad (Amc)

Miglior attrice protagonista di una serie drama
Julianna Margulies, The Good Wife (Cbs)

Miglior attore protagonista di una serie comedy
Jim Parsons, The Big Bang Theory (Cbs)

Miglior attrice protagonista di una serie comedy
Julia Louis-Dreyfus, Veep (Hbo)

Miglior attore non protagonista di una serie drama
Aaron Paul, Breaking Bad (Amc)

Miglior attrice non protagonista di una serie drama
Anna Gunn, Breaking Bad (Amc)

Migliore attore non protagonista di una serie comedy
Ty Burrel, Modern Family (Abc)

Miglior attrice non protagonista di una serie comedy
Allison Janney, Mom (Cbs)

Miglior guest star femminile di una serie drama
Allison Janney, Masters of Sex (Showtime)

Miglior guest star maschile di una serie drama
Joe Morton, Scandal (Abc)

Miglior guest star femminile di una serie comedy
Uzo Aduba, Orange Is the New Black (Netflix)

Miglior guest star maschile di una serie comedy
Jimmy Fallon, Saturday Night Live

Miglior attore protagonista in una miniserie o film-tv
Benedict Cumberbatch, Sherlock (Bbc)

Miglior attrice protagonista in una miniserie o film-tv
Jessica Lange, American Horror Story: Coven (Fx)

Miglior attore non protagonista in una miniserie o film-tv
Martin Freeman, Sherlock (Bbc)

Miglior attrice non protagonista in una miniserie o film-tv
Kathy Bates, American Horror Story: Coven (Fx)

Miglior sceneggiatura per una serie drama
Ozymandias (Breaking Bad, Amc), scritto da Moira Walley-Beckett

Miglior regia per una serie drama
Who Goes There (True Detective, Hbo), diretto da Cary Joji Fukunaga

Miglior sceneggiatura per una serie comedy
So Did The Fat Lady (Louie, Fx), scritto da Louis C.K.

Miglior regia per una serie comedy
Vegas (Modern Family, Abc), diretto da Gail Mancuso

Miglior sceneggiatura per una miniserie o film-tv
Sherlock (Bbc 1), scritto da Steven Moffat

Miglior regia per una miniserie o film-tv
Buridan’s Ass (Fargo, Fx), diretto da Colin Bucksey

Miglior casting per una serie drama
True Detective (Hbo)

Miglior casting per una serie comedy
Orange Is The New Black (Netflix)

Miglior casting per una miniserie o film-tv
Fargo (Fx)

© RIPRODUZIONE RISERVATA