Oggi, presso la Sala Santa Cecilia c’eravamo anche noi ad assistere all’evento Twilight Saga: Breaking Dawn. Una platea urlante ed estatica ha assistito alla proiezione della clip che vi abbiamo descritto nella news sui 15 minuti di Breaking Dawn proiettati ieri sera. Non appena le luci si sono riaccese e l’incontro con Nikki Reed e Jackson Rathbone ha preso il via si sono alzate le urla.

Alcune delle dichiarazioni fatte dagli attori erano le stesse della conferenza stampa, per cui abbiamo selezionato per voi le highlights dell’incontro. Buona lettura!

Quanto è difficile per voi essere delle celebrità?

Nikki Reed: Ho sempre sentito una forte tensione rispetto ai film della saga, perché quando ti misuri con qualcosa che è molto amato dalla gente senti il peso della responsabilità. A parte questo, però, io mi sento una persona normale. Adesso ho anche un marito…

Come vi siete trovati a lavorare con la Meyer e la Rosenberg?

Jackson Rathbone: Stephenie è una persona molto dolce e disponibile a rispondere a tutte le nostre domande. Mi ricordo quando abbiamo parlato delle cicatrici di Jasper. Il motivo per cui veste sempre accollato e non si vede mai a torso nudo, è proprio perché deve nascondere le cicatrici. La Rosenberg, dal canto suo, è stata straordinaria nel trasporre fedelmente i romanzi della Meyer.

Siete molto legati voi attori del cast?

NR: Non trascorrevamo insieme tutte le sere, ma sicuramente tra di noi si è creato un forte affiatamento. Siamo grandi amici. Siamo cresciuti insieme e abbiamo affrontato insieme fasi diverse della vita. Ad esempio , quando ho smesso di fumare, Elizabeth (Reaser) mi è stata molto vicino. Invece, quando ho deciso di avvicinarmi alla musica mi sono rivolta a Jack, che è un grande musicista.

Somigliate in qualche modo ai vostri personaggi?

JR: Entrambi siamo texani e infatti oggi ho indossato gli stivali da cowboy per dimostrarlo. Io, però, non sono biondo…

NR: Io sì invece…. (scherza) A parte gli scherzi, Rosalie è molto forte. Non so se lo sono altrettanto, ma lo spero. E ciò che più apprezzo del suo carattere è la lealtà. Io stessa dico sempre quello che penso, anche se sono consapevole che a volte può mettermi nei guai.

Se Edward è il principe e Jacob il selvaggio, allora Jasper è il buono?

JR: Io penso di essere un po’ il Jolly della situazione. Mi adatto a tutte le esigenze.

Come è cambiato il rapporto tra Rosalie e Bella?

NR: Kris si arrabbia molto quando lo dico, ma penso che Rose miri al bambino. L’ha sempre desiderato e si comporta in modo onesto. Bella ha bisogno di aiuto e lei vorrebbe un bambino…

Cosa ti piace di più: musica, cinema, fotografia? È vero che hai suonato con Pattinson?

JR: Sì, ho suonato con Pattinson. Quanto alle mie passioni, devo dire che dipende dal momento. Datemi una chitarra e suonerò per voi, perché suonare con una band è una spinta incredibile. Io amo tutte le forme d’arte… amo la gente e amo tutti voi!

Vorreste avere dei poteri come quelli dei vostri personaggi?

NR: Rosalie non ha superpoteri.
JR: È una super-stronza, però! Ma in senso positivo! Se avessi il potere di Jasper, di controllare le emozioni, ti farei ridere adesso. Quando si sta quassù si torna bambini…

Futuri progetti?

NR: So solo che mi piace scrivere e voglio diventare una scrittrice. E ho in programma di dirigere un video dei 100 Monkeys.

JR: Wow, è la mia band! Che coincidenza! I programmi per il futuro sono di andare in camera, fare un bagno caldo, bere un bicchiere di whisky e guardare l’alba nella città più bella del mondo: Roma!

All’evento ha partecipato la vincitrice del nostro concorso (insieme ad un’amica) che metteva in palio due biglietti per l’evento. Eccole nell’immagine sottostante con in mano la nostra Special Edition Breaking Dawn!

Non dimenticate che in edicola vi aspetta l’edizione speciale da collezione che Best Movie ha dedicato a Breaking Dawn!

Foto © 2011 Summit Entertainment

Scopri tutti gli aggiornamenti sul Festival del Cinema di Roma

© RIPRODUZIONE RISERVATA