Qualche mese fa fece molto scalpore in rete (e non solo) la pubblicazione online del trailer di Dead Island, videogioco a tema zombie sviluppato dagli studios Deep Silver: tre milioni di visualizzazioni su YouTube, 100.000 fan su Facebook e le immancabili polemiche legate al fatto che la protagonista del trailer è una bambina zombie che viene scaraventata fuori da una finestra dal padre. Il trailer (sotto), oltre a stuzzicare l’attenzione degli appassionati di videogiochi (la promessa è di un survival horror in stile Dead Rising ambientato su un’isola invasa dagli zombie), ha colpito anche gli amanti del cinema per la sua originalità, regia e montaggio sorprendenti.

E infatti, dopo una lunga disputa sui diritti per la traduzione cinematografica del gioco (che non è ancora uscito, tra l’altro), anche il più importante happening europeo legato alla creatività ha deciso di premiare lo sviluppatore Deep Silver e il suo Dead Island: al Festival Internazionale della Creatività di Cannes, infatti, il videogioco è stato premiato con il Leone d’Oro “per il suo approccio originale”. Georg Larch, il direttore marketing di Deep Silver, ha ringraziato il Festival per il riconoscimento e la casa di produzione Axis Productions, «per l’eccezionale collaborazione nella realizzazione di questo trailer».

Aspettiamo ora che il videogioco (presentato in anteprima a Milano proprio settimana scorsa) esca anche nei negozi per poterne valutare l’effettivo valore. Per ora, c’è sicuramente da applaudire la campagna promozionale organizzata da Deep Silver, una delle migliori che il mondo dei videogiochi ricordi nonché una delle poche messe in piedi non da una major che possa competere con i mezzi messi in campo da colossi come Microsoft o Sony.

Sotto, il trailer di Dead Island:

© RIPRODUZIONE RISERVATA