Uno dei maggiori ricercati di tutto il mondo decide, dall’oggi al domani, di consegnarsi all’FBI: darà loro una lista, una lista di tutti quegli obiettivi che, nel corso degli anni, non sono mai riusciti a raggiungere; e li aiuterà a trovarli, personalmente, a condizione però di parlare solo ed esclusivamente con l’agente – fresca di nomina, distintivo e “specializzazione” – Keen. Il criminale è James Spader, prossimo a prestare volto e voce a Ultron nel sequel di The Avengers; e l’agente è la bella Megan Boone. La storia è, nel suo complesso, semplice: un cattivo che diventa buono perché vuole qualcosa dai buoni – che nel dargliela diventeranno, forse, un po’ cattivi. Stiamo parlando di The Blacklist, serie NBC sulla quale oggi abbiamo grandi novità.

Regia, sceneggiatura e fotografia in The Blacklist funzionano alla grande, ingranaggi di una macchina – lo star system americano – già oleata. Poi ci sono le musiche e le varie rifiniture, che fanno di questo un prodotto buono e competitivo. Ed è proprio in virtù di questo (e di un’audience che ha di fatto eletto questa serie tv a drama “esordiente” più visto degli ultimi 19 anni) che la NBC, canale via cavo che la produce e la mette in onda, ha confermato The Blacklist per una nuova stagione. 22 episodi, tutti strutturati sulla falsa riga di quelli precedenti. Un’occasione ghiotta da non perdere, anche per chi – fino ad oggi – non conosceva la “lista nera”.

Fonte: tvline.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA