Era una delle anteprime più attese di questa nuova edizione e non ha deluso neanche di una virgola le grandi aspettative del pubblico del Lucca Comics & Games 2012. Proiettato ieri sera, Looper è stato accolto da applausi scroscianti. Cosa fareste se aveste la possibilità di tornare indietro nel tempo e modificare il vostro futuro o, addirittura, quello del mondo intero? Sono queste le premesse di Looper, sci-fi con Bruce Willis, Joseph Gordon-Levitt ed Emily Blunt. Il film, ambientato nel 2044, segue le vicende dei Loopers, una banda di assassini incaricata di uccidere le persone che diventeranno scomode nel futuro, le quali vengono teletrasportate nel passato grazie a una macchina del tempo inventata molti anni dopo. Joseph Gordon-Levitt è Joe, uno dei looper più giovani e vive una vita sregolata. Innamorato di una prostituta con cui non riesce ad avere una storia seria, Joe passa il tempo tra party e droga. Ma cambia tutto quando ad arrivare dal futuro è la versione più vecchia di lui (Bruce Willis), il quale riesce a scappare cogliendo Joe alla sprovvista. Quest’ultimo si trova così a dover fuggire dagli stessi che lo hanno assoldato, determinato a uccidere la versione più vecchia di se stesso e a scoprire quale motivo lo ha spinto a tornare nel passato.

Incredibile la trasformazione fisica di Joseph Gordon-Levitt, che, con l’aggiunta di un po’ di trucco, riesce a imitare alla perfezione le celebri smorfie ed espressioni di Bruce Willis, dal mezzo sorriso alla fronte corrugata. Il film presenta anche diversi elementi fantastici, come il potere telecinetico di cui è provvisto il 10% della popolazione. Un “dono” che con il passare del tempo acquisisce sempre maggior importanza nella storia, dando vita a spettacolari effetti visivi. La violenza non manca, da corpi mutilati a bambini uccisi a sangue freddo, fino a vere e proprie esecuzioni. Gli ambienti e il contesto storico sono verosimili, seppur con diverse trovate fantascientifiche, quindi non aspettatevi città immaginarie come quelle di Blade Runner o Minority Report. Forse si poteva scavare più a fondo nell’animo del protagonista, mentre dopo i primi 45 minuti la spettacolarità della trama e i numerosi colpi di scena (tutti dei colpi di genio) prendono il sopravvento. Restano così in secondo piano i pensieri introspettivi di Joe (Gordon-Levitt), che caratterizzano tutti i primi minuti del film, dando vita a un risultato suggestivo che ricorda i dialoghi di Marv con se stesso in Sin City. Looper è senza dubbio uno di quei sci-fi che potrebbero passare alla storia. Forse non avrà risonanza e non sarà innovativo come Matrix, ma ha tutti i requisiti per diventare un cult del genere.

Looper uscirà nelle sale italiane il 31 gennaio 2013.

Vi ricordiamo che Best Movie (media partener ufficiale del festival) seguirà giorno per giorno il Lucca Comics & Games nella nostra sezione dedicata

Per tutti gli aggiornamenti potete visitare il sito del Lucca Comics & Games 2012

Sotto, il trailer di Looper:

© RIPRODUZIONE RISERVATA