Rovinare i classici della nostra infanzia è diventata una specie di passione tra gli utenti social, che sempre più spesso si divertono a individuare riferimenti oscuri e totalmente inappropriati nei film innocui e dai toni leggerissimi con cui amavamo intrattenerci da bambini: dai titoli Disney ai cult natalizi.

E in questo caso, visto che si avvicinano le feste, ad essere incriminati sono proprio i secondi. Nello specifico Mamma ho perso l’aereo, la celebre pellicola con Macaulay Culkin che tornerà sul piccolo schermo con un discusso (QUI il motivo) remake targato Disney+.

Ma torniamo al film originale, che secondo una nuova, assurda teoria – riportata da CBR -, conterrebbe una scena dal sottotesto un po’ “satanico”. O meglio, sarebbe proprio segretamente incentrato su un patto col Diavolo.

Secondo l’utente che l’ha formulata, a far riunire il piccolo Kevin e sua madre sarebbe stato nientemeno che Lucifero nei panni di Gus Polinski, l’uomo che aiuta la donna a raggiungere Chicago. In una sequenza del film sentiamo infatti Kate McCallister ammettere che venderebbe l’anima al Diavolo pur di ritrovare suo figlio. Una richiesta che, poco dopo, sarebbe stata esaudita proprio dallo stesso, raffigurato – non a caso – come un suonatore di clarinetto. L’utente aggiunge infatti che “nell’iconografia biblica, Satana sarebbe rappresentato come un amante degli strumenti a fiato”, un dettaglio che, a suo avviso, avvalorerebbe la teoria in questione.

Insomma, in sostanza il lieto fine del film sarebbe stato opera del demonio. E a questo punto, non si tratterebbe nemmeno di un vero lieto fine, visto il destino che attende la povera Kate…

Cosa ne pensate di questa bizzarra teoria?

© RIPRODUZIONE RISERVATA