Sull’onda del successo globale di New Moon, il vampiro Robert Pattinson ha rilasciato un’intervista esclusiva al settimanale Panorama, in edicola de venerdì scorso, svelando curiosi retroscena del suo passato, i progetti lavorativi e i sogni nel cassetto… Chi avrebbe immaginato che l’attore del momento, osannato da donne di tutte le età e incoronato come il più bello del 2009 da Vanity Fair, da piccolo fosse un impacciato ragazzino, costretto dalla sorella maggiore a vestirsi da donna e a farsi chiamare Claudia? Ebbene sì, ed è lui stesso a confessarlo, ammettendo di ritenersi un tipo piuttosto noioso nella vita reale e di dovere tutto il suo successo con il gentil sesso al suo personaggio più noto, ovvero il tenebroso e affascinante vampiro centenario della Twilight Saga. Prima di allora, infatti, il suo ruolo più importante era stato quello di Cedric Diggory in Harry Potter e il calice di fuoco (il suo collega “magico” Daniel Radcliffe farà del succhiasangue una parodia nella prossima puntata di Halloween de I Simpson), ma pochi si ricordavano di lui. Oggi, invece, grazie ai canini aguzzi è diventato una star a livello planetario, paragonato a Marlon Brando, a James Dean e a Montgomery Clift. Pattinson ringrazia, ma non si sente ancora pronto al confronto con questi “attori con la A maiscola”, come li definisce lui… “Troppa grazia”, dice. Intanto, però, nel Larry Edmund Bookstore, la libreria storica di Hollywood, ci sono già sette biografie su di lui. Ammette di leggerle perché non resiste alla curiosità a causa di una “sindrome di narcisismo masochista” e spesso è sua madre a segnalargli anche i blog di chi gli rema contro, definendolo “repellente”. Magari è così che si sentiva, quando da ragazzino il padre lo iscrisse al The Barnes Theatre Club per frequentare la scuola di recitazione, ma soprattutto per superare la timidezza. A teatro, d’altra parte, Pattinson ha cominciato anche a interagire con il gentil sesso… Fino a 12 anni ha, infatti, frequentato solo scuole maschili… Ma al di là della recitazione, Pattinson aspira a diventare scrittore (ha iniziato a stendere due romanzi in attesa di trovare il tempo per idearne una conclusione) e magari cantante… Nel frattempo però, il suo obiettivo primario è togliersi al più presto l’etichetta del vampiro. Non è un caso, che abbia accettato ruoli diversissimi in questi ultimi mesi. Presto infatti lo vedremo romantico in Remeber Me, accanto a Emily De Ravin, in Bel Ami,man e nel western Unbound accanto a Uma ThurCaptives con Hugh Jackman… Inoltre, è allo stato embrionale uno spin-off televisivo della Twilight Saga… Se Pattinson accettasse di partecipare, percepirebbe la bellezza di un milione e mezzo di dollari a puntata (ora il suo cachet è di 10 milioni a film)! Non ci resta che attendere…

© RIPRODUZIONE RISERVATA