Qua si fa sul serio.
A quanto pare, essendo il primo spinoff della Star Wars Anthology, Rogue One (qui la prima immagine ufficiale), è ambientato nel periodo di Una nuova speranza, per rendere la narrazione il più realistica possibile, Peter Cushing (Grand Moff Tarkin nella prima trilogia di Guerre Stellari) verrà “resuscitato” digitalmente.

Il personaggio di Tarkin ha un ruolo chiave nella saga, essendo fondamentale per la costruzione della Morte Nera; e una fonte ha riferito al Daily Mail che «questa è una delle più complesse e costose ricreazioni in CGI di sempre. Cushing rappresenta una trama essenziale ed è stato lui a formare Darth Vader, perciò c’è un’intera backstory che verrà rivelata».
Il prossimo passo – molto meno difficile, trattandosi soltanto di far indossare la maschera a qualcuno – sarà Darth Vader?

Attenzione, però: la notizia non è confermata e ci potrebbero essere degli impicci legali a riguardo; attendiamo di saperne di più, anche perché l’intromissione digitale potrebbe anche dipendere dallo spazio che Wilhuff Tarkin/Cushing avrebbe nel film. Se fosse molto ampio, allora un recast sarebbe la scelta più sensata (e chissà che non l’abbiano già fatto: un certo Mads Mikkelsen è entrato di recente nel cast…).

Vi terremo aggiornati!

Rogue One: A Star Wars Story arriverà nei cinema statunitensi il 16 Dicembre 2016.

Fonte: Collider

© RIPRODUZIONE RISERVATA