Nel corso della 32esima edizione delle Giornate Professionali del cinema tenutesi questa settimana a Sorrento, Universal Pictures Italia ha mostrato una clip di 5 minuti circa di The Wolfman, l’atteso remake del classico film horror del 1941 che uscirà il prossimo 19 febbraio con un cast d’eccezione, da Benicio Del Toro a Anthony Hopkins, da Emily Blunt a Hugo Weaving.
La clip in questione ci ha permesso di assistere alla trasformazione del protagonista in lupo e di capire meglio il sapore del film.

Eccone una descrizione: Benicio Del Toro, legato e imbavagliato a una sedia, viene portato da un medico e i suoi assistenti in un’aula. L’atmosfera ricorda un po’ Dracula di Bram Stocker quando Anthony Hopkins spiega ai suoi colleghi il vampirismo. Anche in questo caso, infatti, ci troviamo in una sorta di anfiteatro con medico e paziente in basso e al centro dell’attenzione di una cinquantina di persone, evidentemente eminenti personalità della società. Il medico sproloquia sulla pazzia del paziente che, secondo lui, è solo un povero malato mentale e non un uomo lupo come egli sostiene. Tant’è che il medico vuole dimostrare la sua tesi grazie al fatto che il paziente non subirà nessuna trasformazione nonostante la luna piena stia per spuntare nel cielo e sia ben visibile dalle finestre dell’anfiteatro. Benicio Del Toro, sbavagliato, accusa la platea di essere un branco di idioti, che se non lo uccideranno, sarà lui a non far uscire vivo nessuno da quel luogo. E infatti Benicio comincia a trasformarsi e gli spettatori guardano increduli e impauriti fino a quando non scoppia il panico intorno all’ancora ignaro medico. Il lupo si scatena e sbrana una guardia divorandogli le interiora.
Qui finisce la clip e possiamo dire che siamo entusiasti di quello che abbiamo visto.

Gli effetti speciali
La trasformazione del lupo è assai convincente, con evidenti effetti speciali computerizzati che aiutano mani e membra ad allungarsi. Il lupo finale inoltre, non è fatto al computer, ma con una maschera molto ben realizzata che aumenta l’effetto realistico del film.

La violenza
Il film fa presupporre una buona dose di violenza, quindi crediamo che sarà vietato perlomeno ai minori di 14 anni. Il momento in cui il lupo “scava” nel corpo di una vittima fino a tirarne fuori le interiora è davvero crudo. D’altronde si tratta di un horror…

La recitazione
Nei pochi momenti in cui lo vediamo ferocemente imprigionato e imbavagliato sulla sedia Benicio Del Toro fa la differenza, regalandoci un Lawrence Talbot contorto dalla sofferenza, evidentemente anche psicologica, del dramma che sta vivendo.

Le atmosfere
Il riferimento a Dracula di Bram Stocker di cui abbiamo scritto non era casuale. Ci aspettiamo una storia sull’uomo lupo appassionante e realistica, in grado di far emergere un film a tutto tondo in grado di andare molto al di là dei soli effetti speciali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA