Il futuro del cinema italiano passa per quello delle webseries. Questo il presagio e l’augurio di Ivan Silvestrini, Gloria Giorgianni e Gianmarco Tognazzi. Rispettivamente regista, produttrice e attore della nuova webserie italiana Under The Series.
Online dal 25 giugno, conterà 10 episodi da 5 minuti l’uno e sarà disponibile su under.nanopress.it. Un episodio a settimana fino agli inizi di agosto.
Under è il prodotto della collaborazione tra la casa di produzione Anele, la casa editrice Rizzoli, la piattaforma multimedia Trilud, la Sugar Music, la Redigital e la Jeansbox.
Un melting pot primo e unico che tenta di superare le limitazioni imposte dal mercato italiano. Per la prima volta in assoluto un romanzo, scritto dall’esordiente Giulia Gubellini (Under) e una webserie, diretta da Ivan Silvestrini, usciranno in contemporanea: il libro nel mondo cartaceo delle librerie e il pilota nella sempre più affollata rete.
«Un nuovo modo di raccontare storie, senza fermarsi alla parola scritta. Arrivando subito alle immagini» – questa la spiegazione di Michele Rossi responsabile della narrativa Rizzoli – «Chiara Gubellini è stata la prima a scrivere un romanzo così ambizioso e così cinematografico al contempo. E’ una scommessa che sapevo di poter vincere».
Una sorta di urban-fantasy che prende ispirazione da saghe come Hunger Games (Suzanne Collins), Divergent (Veronica Roth) e presagisce un futuro distopico nel quale un’autorità militare elimina i ribelli all’interno di un reality show.
L’Italia del 2025 (quindi non manca così tanto) è distrutta dal default economico e messa al centro della narrazione. Questa l’ispirazione di Ivan Silvestrini (Come non detto, Stuck, Una grande famiglia – 20 anni prima) che decide di raccontare una parte del corposo libro inserendo un personaggio chiave interpretato da Chiara Iezzi (esordio cinematogafico per sorella bionda del duo Paola e Chiara). Insieme a lei un cast di giovanissimi attori, la protagonista della serie Valentina Bellè e soprattutto l’esperienza e la bravura di Gianmarco Tognazzi (Romanzo Criminale, Ex, Incompresa) e Giorgio Colangeli (Il divo, Romanzo di una strage, 20 sigarette).
«Urban fantasy in Italia? Ho avuto solo questa possibilità di farlo e mi ci sono lanciato senza pensarci – continua il regista – questo progetto non sarebbe neanche iniziato se avessimo pensato di fare un film per il cinema, e solo grazie alla freschezza e a alla disponibilità di questi attori sono riuscito a chiuderlo in 6 giorni di riprese».
50 minuti totali per Under The Series che mirano ad attirare eventuali produttori interessati a farne un film: c’è consapevolezza di aver girato qualcosa di importante che potrebbe aprire un filone.
Chiude l’istrionico Tognazzi: «Se ci fossero questi set, questi attori coesi e questa voglia di fare che ho trovato in Under, il cinema italiano sarebbe un posto migliore e verrebbe tutto meglio».
La sfida dei ribelli di Under The Series è lanciata, che inizi la lotta per la sopravvivenza della specie e pure quella per le produzioni italiane.

Guarda il trailer:

http://youtu.be/pGT_Rynl85g

© RIPRODUZIONE RISERVATA