Dopo i passi falsi di World Trade Center, nel 2006, e i discussi e discutibili documentari dedicati ai dittatori (Castro, Chavez) ci voleva un tuffo nel passato per ridare un po’ di smalto al 65enne Oliver Stone. Che tornando a parlare di qualcosa che ben conosce (il mondo della Borsa e delle speculazioni economiche, il lato torbido della psiche umana, e soprattutto il “suo” Gordon Gekko vent’anni dopo) recupera la capacità di girare un film serrato e tagliente che fa intravedere più di una volta il talento che ha reso celebre il regista di Platoon, Assassini nati e Nato il 4 luglio. Aiutato nella sceneggiatura da due autori come Allan Loeb e Stanley Weiser, avvezzi al ritmo delle serie tv, e da un gruppo di attori funzionali (tra cui il grande Frank Langella), il sequel di Wall Street deve parte del suo fascino alla faccia sgualcita di Michael Douglas/Gordon Gekko, maltrattata dal carcere e dal fallimento del suo grande sogno personale di avidità e potere, e alla sua voglia di riscatto.

Regia: Oliver Stone
Interpreti: Michael Douglas, Shia LaBeouf, Carey Mulligan, Josh Brolin
Trama: Dopo i molti anni scontati in carcere, Gordon Gekko torna in libertà. Ad aspettarlo c’è il giovane broker Jacob Moore, nonché fidanzato di sua figlia, scioccato dall’omicidio del suo mentore. Gekko lo aiuterà a trovare il responsabile…
Online: www.wallstreetmoneyneversleeps.com

Guarda il trailer

La scheda è pubblicata su Best Movie di ottobre a pag. 96

© RIPRODUZIONE RISERVATA