Quando si dice “pelle e ossa”… Christian Bale ha testato la locuzione su se stesso. Ne L’uomo senza sonno (2004), film drammatico diretto da Brad Anderson, l’attore ci ha regalato una delle interpretazioni a tutto tondo più impegnative della storia del cinema, raggiungendo i 54 chili, ovvero 2/3 del suo peso forma. Per “entrare nei panni” di un operaio di fabbrica che non riesce a prendere sonno da quasi un anno, Bale è riuscito a perdere perdere 28 chili, grazie all’applicazione estrema del metodo Stanislavskij. Al termine delle riprese Bale ha impiegato circa quattro mesi per tornare in forma e potersi calare nella parte dell’Uomo Pipistrello in Batman Begins (2005), guadagnando quasi dieci chili di muscoli in più rispetto al suo standard.

Sotto, una scena in italiano de L’uomo senza sonno:

Sotto, Christian Bale prima (ne Il regno di fuoco) e dopo (ne L’uomo senza sonno) la metamorfosi:

Guarda la seconda posizione

© RIPRODUZIONE RISERVATA