Ogni giovedì, con la nostra rubrica Spot d’autore, quando il cinema invade la tv, vi guidiamo attraverso le pubblicità più famose degli ultimi anni raccontandovi curiosità e aneddoti e facendovi fare anche qualche tuffo nel passato che non mancherà di sorprendervi…

Dopo la pausa natalizia eccoci di ritorno con la nostra rubrica. Questa settimana vi raccontiamo alcuni retroscena della campagna Coca Cola 2010, per la quale ha collaborato anche Giuseppe Tornatore, diregendo uno spot.

Lo spot è incentrato sul tema della famosa “formula magica” che rende speciale e unica la bibita. Il filmato è una sorta di documentario che racconta l’evoluzione della Coca Cola dalla sua invenzione, alla fine del 1800, grazie alla ricetta del farmacista di Atlanta John Pemberton, fino ai giorni nostri. Tornatore ci accompagna in un viaggio lungo più di 100 anni, mostrandoci l’evoluzione del mondo attraverso le immagini. Si parte da Atlanta dove, nel 1896 in un bar, alcuni personaggi sorseggiano una nuova bevanda. Il filmato rispecchia lo stile del cinema delle origini: veri e propri “quadri” con toni seppia che si susseguono a scatti, che richiamano le riprese del tempo. Si arriva poi agli anni ’50, in cui i toni del bianco e nero raccontano un tipico pranzo della domenica con la famiglia riunita, felice di bere la Coca Cola, per poi passare ai giorni nostri sulla tavola di un’altra famiglia. Interessante il passaggio tra le due scene effettuato attraverso il lancio di un tappo che dal tavolo in bianco e nero degli anni ’50 arriva sul tavolo della famiglia moderna, diventando a colori. La scansione temporale è magistralmente diretta dal regista che già in Baaria aveva raccontato l’evoluzione di una famiglia italiana dagli anni ’30 ai giorni nostri.

Lo spot è incentrato sul tema della positività e della convivialità che trasmette la Coca Cola, che vuole essere sempre più vicina al consumatore: la formula della felicità è portare in tavola una bottiglia da condividere con tutta la famiglia.

«Vogliamo continuare a creare – ha dichiarato al sito Pubblicità Italia, Rodolfo Echeverria, Amministratore Delegato di Coca-Cola Italia – un clima positivo attorno ai prodotti del marchio e più in generale sui consumi. Coca-Cola è da sempre simbolo di ottimismo e abbiamo quindi ritenuto nostro dovere rafforzare ulteriormente il nostro dialogo con i consumatori, raccontando una storia in diverse epoche… di semplici momenti di felicità da scoprire a tavola ogni giorno».

Secondo il direttore marketing, questa campagna è servita per rinvigorire il dialogo con i consumatori e per ricordare loro che Coca Cola è da sempre al loro fianco. Tornatore è stato scelto in quanto, essendo un’eccellenza del panorama italiano, ben rappresenta i valori insiti nei prodotti del marchio.

Alla realizzazione dello spot, prodotto da Movie Magic International, hanno collaborato Alberto Mangiante, assistente alla regia, che collabora con il regista da anni, Renato Alfarano, il direttore della fotografia e Gemma Mascagni, la costumista. La voce narrante è di Gianni Musy (doppiatore di  Sean Connery, di Albus Silente in Harry Potter e di Gandalf ne Il Signore degli Anelli).

Lo spot di Tornatore è il fiore all’occhiello della campagna Coca Cola 2010, che si è appoggiata anche alla stampa e al web: tramite questi due media sono stati aggiunti ulteriori dettagli alla storia raccontata nello spot. Per quanto riguarda la campagna web è stato realizzato appositamente un minisito su cui è presente  una docu-intervista alla protagonista, la signora Anna, con un contributo registrato ai giorni nostri della figlia della signora.

Titolo:  La formula della felicità

Prodotto:  Coca Cola

Anno: 2010

Regia:  Giuseppe Tornatore

Agenzia: Bcube

Musica: Tema originale per Coca Cola di Bobo Marcucci

Ecco lo spot:

© RIPRODUZIONE RISERVATA