Per la prima volta nella storia dell’evento, le nomination per gli Oscar quest’anno saranno fatte in una diversa modalità.
Fino alla scorsa edizione, si trattava di una conferenza stampa in diretta televisiva per la presentazione delle 10 categorie principali (regia, film, attori, ecc…), mentre un comunicato (su carta) raggruppava tutte le altre.
Inutile dire quanto, tra le categorie, ci fosse un dislivello d’importanza senza dubbio eccessivo.

Proprio per attutire questo problema, da quest’anno tutte le nomination verranno fatte, seppure in due manche, allo stesso identico modo: conferenza stampa per le prime dieci categorie, conferenza stampa per le 13 rimanenti.
Il primo turno sarà presentato, alle nostre 14.30, da J. J. Abrams e Alfonso Cuarón (vincitore dell’ultimo Oscar come miglior regista). Il secondo invece, 8 minuti dopo, vedrà il comando di Chris Pine e del presidente dell’Academy, Cheryl Boone Isaacs.

Ecco come saranno divise le categorie:
– Primo turno: Miglior Film D’animazione, Miglior Documentario, Miglior Corto Documentario , Miglior Montaggio, Miglior Canzone Originale, Miglior Scenografia, Miglior Corto Animato, Miglior Cortometraggio, Miglior Montaggio Sonoro, Migliori Effetti Sonori e Migliori Effetti Speciali.
– Secondo Turno: Miglior Attore, Miglior Attrice, Miglior Attore non Protagonista, Miglior Attrice non Protagonista, Miglior Fotografia, Migliori Costumi, Miglior Regia, Miglior Film Straniero, Miglior Makeup, Miglior Colonna Sonora, Miglior Sceneggiatura non Originale, Miglior Sceneggiatura e Miglior Film.

Fonte: collider

© RIPRODUZIONE RISERVATA