Dopo la tappa in Uruguay per sostenere le quote rosa locali, la bella ed impegnata Emma Watson ha continuato il suo tour di promozione della parità di genere a New York, più precisamente al quartier generale della U.N. L’attrice britannica è la portavoce della campagna HeForShe, chiamata a coinvolgere nel weekend più di un miliardo di avvocati (tra uomini e donne) e sensibilizzarli sul tema appunto della parità tra i sessi.

Emma Watson, come già dimostrato in passato, è una che il cervello lo usa. E anche bene, a giudicare dal trascinante discorso con cui si è presentata all’assemblea. Qui un estratto: «Ho cominciato a mettere in dubbio le supposizioni basate sul genere tanto tempo fa. Quando avevo 8 anni ero confusa dal fatto che mi definissero dispotica perché volevo dirigere le recite che allestivamo per i nostri genitori; ma ai maschi non succedeva. Quando a 14 anni, ho cominciato ad essere sessualizzata da certi elementi dei media. Quando a 15 anni, le mie amiche hanno cominciato ad abbandonare le squadre degli sport che amavano perché non volevano apparire muscolose. Quando a 18 anni, i miei amici [maschi] non erano capaci di esprimere i loro sentimenti… ho deciso che ero femminista e la cosa mi sembrava tutt’altro che complicata. Ma le mie ricerche più recenti mi hanno dimostrato che “femminismo” è diventata una parola impopolare. Le donne si rifiutano di identificarsi come femministe. A quanto pare, [io] sono tra le schiere di donne le cui parole sono percepite come troppo forti, troppo aggressive, isolanti e anti-uomini, persino non attraenti. Perché è diventata una parola tanto scomoda? Per la cronaca, il femminismo per definizione è la convinzione che uomini e donne debbano avere pari diritti, pari opportunità. E’ la teoria dell’uguaglianza politica, economica e sociale dei sessi. 
Magari starete pensando: chi è questa tipa di Harry Potter? E che diavolo ci sta facendo a parlare all’ONU? E’ una buona domanda. Mi sono chiesta la stessa cosa. Tutto quello che so è che mi importa di questo problema e che voglio far sì che le cose migliori. Avendo visto quello che ho visto e avendone l’opportunità, credo che dire qualcosa sia una mia responsabilità.»

Voto 10, Miss Granger.
Qui di seguito il video dell’intervento dell’attrice.

Fonte: yahoo

© RIPRODUZIONE RISERVATA