Uno dei segreti del successo di film come Il Signore degli Anelli e Star Wars è la creazione di un universo mai visto prima, con tanto di costumi, ambientazioni e lingue pensate appositamente per il film. A seguirne l’esempio, a quanto pare, è la coppia Zack SnyderChristopher Nolan con Man of Steel, reboot di Superman con Henry Cavill e Russel Crowe.

Secondo Michael Wilkinson, il costumista del film, è stato fatto un lavoro analogo per quanto riguarda in particolare il pianeta Krypton, come spiegato durante una conferenza. Dimenticate, infatti, il mondo dorato e asettico, costellato da splendide pietre preziose, del Superman del 1978. Perché in Man of Steel saremo spettatori di un pianeta Krypton collocato in un contesto “neo medievale”, dove tutti parleranno una lingua creata ad hoc per la pellicola. E i cui abitanti indosseranno abiti di colore grigio/blu con strutture simili a una cotta di maglia. «Il costume ha una sua logica in questo universo fantastico», spiega Wilkinson, «e tutti su Krypton ne indossano uno».

(Fonte: Billdesowitz)

© RIPRODUZIONE RISERVATA