La risposta di critica e pubblico al tanto atteso Batman v Superman: Dawn of Justice non è stata certamente delle migliori, prendendo alla sprovvista anche i produttori e la Warner, che di certo si aspettavano di raggiungere almeno il traguardo di un miliardo di dollari al box-office e sicuramente recensioni che portassero il raiting su Rotten Tomatoes a più di un misero 27%. A molti, però, il film è davvero piaciuto, e alcune recensioni sono state molto positive, anche se secondo Jeremy Irons (Alfred) generalmente le critiche negative sono state giuste.

Intervistato dal Daily Mail, infatti, l’attore ha rivelato: «Sono critiche meritate. Voglio dire, il film ha raggiunto più di 800 milioni di dollari nel mondo, quindi i calci della critica non sono stati importati, però il film è decisamente pieno di cose e avvenimenti. È un film molto confuso, ma credo che il prossimo sarà più semplice. Lo script è certamente molto più ridotto e lineare», anche se non è chiaro se Irons si riferisca a Justice League Part. 1 o al prossimo film stand-alone di Batman, scritto e diretto da Ben Affleck.

L’attore ha infine aggiunto: «Al momento sono legato a The Batman, il che è un bene, perché è una fonte di profitto. Non che abbia bisogno di chissà quale profitto, ma è bello mantenersi attivi!». Vi ricordiamo che Justice League Part. 1 diretto da Zack Snyder uscirà nelle sale il 17 novembre 2017e vedrà anche il ritorno di Lex Luthor.

Fonte: DailyMail 

© RIPRODUZIONE RISERVATA