buffy nicholas brendon

Grossi guai per uno dei protagonisti principali della serie Buffy l’Ammazzavampiri: Nicholas Brendon, che nelle sette stagioni interpreta Xander Harris, è stato nuovamente arrestato.

Secondo quanto riportato  da TMZ, l’attore è stato fermato alla guida della sua auto a Vigo, Indiana. La polizia lo avrebbe notato perché non ha rispettato la segnaletica e stava sbandando lungo la strada. Brendon sarebbe apparso in tutt’altro che buone condizioni: i poliziotti avrebbero riferito infatti che sudava copiosamente, gli tremavano le mani e aveva battiti molto accelerati.  

Nell’auto dell’attore – che avrebbe fornito un documento di identità falso a nome di Kelton Schultz, spacciato poi agli agenti come fratello gemello – sarebbe stata trovata quindi una busta con residui di polvere ed un flacone per un farmaco prescritto a nome Nicholas Bender. Non solo: con l’ausilio dei cani anti-droga, sarebbero state trovate sotto la moquette dell’auto altri sacchetti di plastica con residui all’interno e prescrizioni mediche per sali di anfetamina prescritti a nome Schultz

Nicholas Brendon è stato così arrestato per mancata identificazione e con l’accusa di aver ottenuto farmaci da prescrizione con la frode. TMZ allega inoltre una foto dell’attore star della serie Buffy l’Ammazzavampiri, in cui l’interprete di Xander appare quasi irriconoscibile. QUI LA FOTO

Non è la prima volta che Brendon affronta problemi con la giustizia. Nel 2010 è stato arrestato a Los Angeles per resistenza a pubblico ufficiale e pochi mesi dopo ha iniziato un percorso di riabilitazione per combattere dipendenze da alcol e pillole per dormire. In quell’occasione è stato condannato con pena sospesa a un anNo di carcere. Nel 2014 un altro arresto in Idaho, per danni colposi alla proprietà e ancora resistenza a pubblico officiale: seguirono scuse pubbliche, ma era chiaro che l’attore – nel frattempo lontano dal piccolo o grande schermo – avesse ancora molti problemi personali.

Seguono altri problemi: nel 2015 è stato arrestato e accusato di aver cercato di soffocare la sua ragazza; nel 2017 per violenza domestica: da ubriaco, ha trascinato sempre la sua ragazza per i capelli mentre si trovavano al bar di un hotel. Per quest’ultima vicenda, nel 2020 è stato condannato a 3 anni di libertà vigilata.

Foto: MovieStills

Fonte: TMZ

© RIPRODUZIONE RISERVATA