Nelle ultime ore una nuova polemica ha travolto The Mandalorian dopo quella dedicata al Baby Yoda mangiatore-di-uova. Questa volta, però, a scatenare le ire degli spettatori sono stati eventi accaduti nella vita reale. O meglio, nella “vita social” di una delle protagoniste della serie.

Parliamo di Gina Carano, l’interprete di Cara Dune, che con una serie di tweet dal contenuto controverso e additato come “complottista”, ha spinto il popolo del web a chiederne l’immediato licenziamento nel giro di pochissimi giorni.

Nello specifico, sono due i post finiti nel mirino dei fan dello show. Il primo, a tema Presidenziali 2020, ha visto la star pronunciarsi contro i brogli elettorali che sarebbero avvenuti nel corso delle recenti elezioni americane, che hanno visto trionfare il Democratico Joe Biden dopo un testa a testa con Donald Trump. Una teoria sostenuta in primis dal candidato Repubblicano ma della quale, almeno per il momento, non esiste alcuna prova.

Il secondo è invece un tweet a tema Covid, in cui sostanzialmente l’attrice ha fatto capire – condividendo un’immagine, ancora una volta, dal retrogusto politico – di essere contraria all’uso delle mascherine, considerate una sorta di inganno della sinistra. Una posizione piuttosto allarmante che si è trasformata in pochissimo tempo nella cosiddetta “goccia che fa traboccare il vaso”, spingendo il pubblico di The Mandalorian a pronunciarsi contro di lei con l’hashtag #FireGinaCarano.

Ad ogni modo, le proteste dei fan non sono servite a far “ravvedere” l’interprete, che anzi, ha deciso di rincarare la dose pubblicando un ulteriore tweet in cui invita tutti ad “andare a fa***lo”.

La magia dei social.

© RIPRODUZIONE RISERVATA