Al calar delle tenebre, nella notte di Ognissanti (ormai contaminata dalle lugubri atmosfere di Halloween), faranno il loro ingresso nelle sale due pellicole in sintonia con lo spirito grottesco della festa pagana. La notte del 31 ottobre si tingerà di rosso con La Terza Madre , horror con cui Dario Argento chiude la trilogia delle streghe. La protagonista Sarah (Asia Argento) si troverà coinvolta in una spirale di inaudita violenza dopo aver involontariamente risvegliato la malvagia e bellissima Mater Lacrimarum, che chiamerà a raccolta su Roma streghe e spiriti maligni. Un film che si carica di ulteriore mistero a tinte esoteriche se si considera la sua genesi: il regista ha raccontato di aver avuto l’ispirazione in seguito a una telefonata in cui ha sentito la voce del padre defunto. (Per vedere in anteprima una photogallery sul film cliccate qui). La vena visionaria è invece la nota che contraddistingue Tideland – Il mondo capovolto di Terry Gilliam. Storia di una bambina figlia di tossicodipendenti che, rimasta orfana, si rifugia in un mondo immaginario come, nelle parole del regista, “una Alice nel paese delle meraviglie che incontra Psyco». La follia creativa dell’autore di Paura e delirio a Las Vegas sono qui scandite da curiose litanie che la bravissima Jodelle Ferland (nella foto) va continuamente ripetendo a se stessa e alle sue teste di bambola, atipiche coprotagoniste della pellicola. Due pellicole che senz’altro si slegano dal resto della programmazione cinematografica per regalare agli appassionati dei generi una notte di brivido e follia…

© RIPRODUZIONE RISERVATA