Venezia 78: Freaks Out di Gabriele Mainetti, la recensione

In Concorso alla Mostra del cinema di Venezia l’attesissima opera seconda del regista de Lo chiamavano Jeeg Robot, dal 28 ottobre nelle sale. Nel cast Aurora Giovinazzo, Pietro Castellitto, Claudio Santamaria, Giancarlo Martini, Giorgio Tirabassi e Franz Rogowski

Venezia 78: Qui rido io di Mario Martone, la recensione

Il regista porta in Concorso a Venezia 78 il film dedicato alla tumultuosa e vitale figura del re delle commedie popolari nella Napoli della Belle Époque d’inizio ‘900, Eduardo Scarpetta, interpretato da Toni Servillo

Venezia 78: Last Night in Soho di Edgar Wright, la recensione

Il regista della Trilogia del Cornetto porta Fuori Concorso a Venezia un’eccitante e ritmata immersione nella Swinging London, con più di qualche lato oscuro. Nel cast Anya Taylor-Joy, Thomasin McKenzie e Matt Smith

Venezia 78: The Power of the Dog di Jane Campion, la recensione

La regista neozelandese torna alla regia ben dodici anni dopo Bright Star con la storia di due fratelli molto diversi tra loro nel Montana degli anni ’20. Nel cast Benedict Cumberbatch, Jesse Plemons e Kirsten Dunst

Venezia 78: Spencer di Pablo Larrain, la recensione

Il film su Lady Diana del regista cileno con protagonista Kristen Stewart è un’odissea nella mente della principessa che richiama lo Shining di Stanley Kubrick

Venezia 78: Dune di Denis Villeneuve, la recensione

Il film più atteso dell’anno e il suo ricchissimo cast – del quale fanno parte Timothée Chalamet, Oscar Isaac, Zendaya e Jason Momoa – sbarcano a Venezia

Venezia 78: The Card Counter di Paul Schrader, la recensione

Dallo sceneggiatore di Taxi Driver e Toro Scatenato, arriva la storia di un giocatore d’azzardo (Oscar Isaac) in bilico tra dannazione e redenzione

Venezia 78: È stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino, la recensione

Il romanzo autobiografico dell’adolescenza del regista di La grande bellezza, tra i drammi privati, la scelta del cinema e la grande gioia dell’arrivo di Maradona a Napoli

Venezia 78: Madres paralelas di Pedro Almodóvar, la recensione

Il 23esimo lungometraggio del regista spagnolo ha per protagoniste due donne, Janis (Penélope Cruz) e Ana (Milena Smit), che condividono la stanza di ospedale nella quale stanno per partorire e sono entrambe single e al termine di una gravidanza inattesa