Atlas film 2021

Atlas film 2021: arriverà nelle sale cinematografiche italiane il prossimo 8 luglio. Diretto da Niccolò Castelli, è un film drammatico con protagonista Matilda De Angelis, premiata come migliore attrice proprio per questo ruolo al Taormina Film Fest.

La pellicola si ispira all’attentato avvenuto il 28 aprile 2011 a Marrakech, in Marocco. Nell’esplosione persero la vita diciotto persone, tra cui tre provenienti dalla Svizzera, Paese d’origine del regista.

Atlas film 2021: la trama

Matilda De Angelis è Allegra, una giovane donna con una grande passione per l’arrampicata. Insieme a tre suoi amici decide di partire alla volta del Marocco per scalare l’Atlante e dalla sua cima vedere il mare. Il loro viaggio si interrompe bruscamente quando una bomba esplode in un bar uccidendo molte persone, tra cui gli amici di Allegra. La ragazza sopravvive ma da quel momento la sua vita precipita in un vortice di odio e senso di colpa, finendo per divorarla. Allegra abbandona l’arrampicata, si isola da tutto e tutti, compresa la sua famiglia, concentrandosi solo sul lavoro. Ma il trauma provocato dall’attentato a Marrakech si è radicato in lei, cambiando la sua visione del mondo. Sarà l’incontro con Arad (Helmi Dridi), un giovane rifugiato musulmano, a farle capire quanto quel tragico avvenimento l’abbia segnata e cambiata. Allegra capirà che è giunto il momento di riprendere in mano la sua vita, strappandola al senso di colpa e alla sue paure.

IL TRAILER

Atlas film 2021
Matilda De Angelis | Foto: Getty Images

Il film è stato presentato in anteprima ai Taormina Film Fest, che ha incoronato Matilda De Angelis come migliore attrice. Un altro riconoscimento per l’attrice, a coronamento di un anno davvero importante per la sua carriera, che l’ha vista debuttare in una produzione americana con la serie The Undoing – Le verità non dette, al fianco di Nicole Kidman e Hugh Grant. Sempre quest’anno ha ricevuto il David di Donatello come migliore attrice non protagonista per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose, accanto a Elio Germano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA