Lo chiamavano Trinità… con Terence Hill e Bud Spencer, che ci ha lasciati da poco, pre-inaugurerà l’edizione numero 69 del Festival Internazionale del Film di Locarno, in programma dal 3 al 13 agosto 2016.

La Piazza Grande oltre ai consueti due prefestival prevede 16 titoli, nel Concorso Internazionalene figurano invece 17. E per finire il Concorso Cineasti del presente comprende 15 opere, di cui 13 in anteprima mondiale, la cui giuria sarà presieduta da Dario Argento, di cui verrà riproposto Suspiria.

Nella sezione Fuori concorso segnaliamo l’opera prima italiana L’amatore – ritratto dell’architetto milanese Piero Portalupi attraverso i suoi archivi privati e la narrazione di Antonio Scurati -, il toccante documentario di Valeria Bruni Tedeschi e Yann Coridian Une jeune fille de 90 ans, e lo straziante film testimonianza La natura delle cose.

Tre gli aggettivi con cui il direttore artistico Carlo Chatrian – che ha dedicato quest’edizione di Locarno ai recentemente scomparsi Michael Cimino e Abbas Kiarostami – ha presentato il programma di Locarno: poetico, politico, visionario. Ma ciò non toglie che sarà anche un festival spettacolare, specie per le proiezioni in Piazza grande. Prima tra tutte quella di Bourne 5, con Matt Damon che torna nei panni della superspia imbattibile, ma quanto a grandi cast va segnalato anche The Girl with All the Gifts, zombie movie con Glenn Close e Gemma Arterton, scelto da Chatrian & Co. come film d’apertura perché foriero di riflessioni sulla diversità e lo straniero. La Piazza grande inoltre sarà la location della proiezione della Palma d’oro di Cannes I, Daniel Blake di Ken Loach, film di grande impatto sociale e politico che si attaglia perfettamente alla linea editoriale di questo festival.

Retrospettive e omaggi saranno dedicati a Roger Corman, Alejandro Jodorowski, Bill Pullman e Jane Birkin.

Ma ecco la Line up completa del festival:

2016 LOCARNO: IL PROGRAMMA

PIAZZA GRANDE

“The Girl With All the Gifts,” Colm McCarthy U.K., U.S.
“Moka,” Fredric Mermoud, France, Switzerland
“Cessez-Le Feu,” Emmanuel Courcol, France
“Dans La Foret,” Gilles Marchand, France, Sweden
“Paula,” by Christian Schwochow, Germany, France
“Am Tag, Als Der Regen Kam,” Gerd Oswald, (1959), Federal Republic of Germany
“Le Ciel Attendra,” Marie-Castille Mantion-Schaar, France
“Comboio De Sal E Acuar,” Licinio Azevedo, Portugal, Mozambique, France, South Africa, Brazil
“I, Daniel Blake,” Ken Loach, U.K., France, Belgium
“Interchange,” Dain Iskandar Said, Malaysia/Indonesia
“Jason Bourne,” Paul Greengrass, U.S.
“Mohenjo Daro,” Ashutosh Gowariker, India
“Poesia Sin Fin,” Alejandro Jodorowsky, France, Chile
“The Tunnel,” Kim Seong-hun, South Corea
“Vincent,” Christophe Van Rompaey, France, Belgium
“For Der Morgenrote – Stefan Zweig in America,” Maria Schrader, Germany, France, Austria
“Heliopolis,” Sergio Machado, Brazil

INTERNATIONAL COMPETITION

“Brooks, Meadows and Lovely Faces,” Yousry Nasrallah, Egypt
“Bangkok Nites,” Katsuya Tomita, Japan, France, Thailand, Laos
“Correspondences,” Rita Azevedo Gomes, Portugal
“By The Time it Gets Dark,” Anocha Suwichakornpong, Thailand, Netherlands, France, Qatar
“Der Traumhafte Weg,” Angela Schanelec, Germany
“Godless,” Ralitza Petrova, Bulgaria, Denmark, France
“Hermia & Helena,” Matias Pineiro, U.S., Argentina
“Scarred Hearts,” Radu Jude, Romania, Germany
“Jeunesse,” Julien Samani, France, Portugal
“Wet Woman in the Wind” Akihito Shiota, Japan
“La Idea De Un Lago,” Milagros Mumenthaler, Switzerland, Argentina, Qatar
“La Prunelle De Mes Yeux,” Axelle Ropert, France
“Marija,” Micheal Koch, Germany, Switzerland
“Mister Universo,” Tizza Covi, Ranier Frimmel, Austria, Italy
“O Ornitologo,” Joao Pedro Rodrigues, Portugal, France, Brazil
“The Last Family,” Jan Matuszynski, Poland
“Glory,” Kristina Grozeva, Petar Valchanov, Bulgaria, Greece

© RIPRODUZIONE RISERVATA